chevron-down chevron-left chevron-right chevron-up home circle comment double-caret-left double-caret-right like like2 twitter epale-arrow-up text-bubble cloud stop caret-down caret-up caret-left caret-right file-text

EPALE - Piattaforma elettronica per l'apprendimento degli adulti in Europa

Unità nazionale EPALE Italia

INDIRE - Agenzia Erasmus+
Indirizzo: 
 
 
 
 
 
 

Unità nazionale EPALE Italia

Via Cesare Lombroso, 6/15
50134 Firenze

Telefono: 
+39-0552380451
E-mail: 
epale@indire.it
  • L'organizzazione
  • Il team
  • Apprendimento degli adulti a livello nazionale
  • Soggetti interessati sul territorio nazionale
  • Ambassadors

L'Unità Nazionale di EPALE ha sede presso l’Agenzia Nazionale Erasmus+ Indire che ha una lunga esperienza di gestione dei programmi europei in campo educativo, tra cui il Programma Grundtvig fin dalla sua creazione nel 2001.

L'Indire - Istituto Nazionale di Documentazione per l'Innovazione e la Ricerca Educativa - è il più antico istituto di ricerca pubblico nazionale sotto il controllo del Ministero della Pubblica Istruzione italiana.
Sin dall’inizio ha accompagnato l'evoluzione del sistema italiano della Pubblica Istruzione, investendo sull’innovazione e sostenendo il processo di miglioramento e di innovazione per tutte le istituzioni educative a tutti i livelli.
INDIRE - insieme con INVALSI e il Corpo Ispettorato del Ministero della Pubblica Istruzione - è parte del sistema di valutazione nazionale in materia di istruzione e formazione. L'Istituto ha una vasta esperienza nell'utilizzo delle nuove tecnologie per la formazione in servizio del personale docente e non, ed è punto di riferimento per la ricerca educativa.
L'Istituto svolge le seguenti funzioni:

a) Ricerca nel campo della formazione e supporto ai processi di innovazione pedagogica e didattica

b) Formazione del personale della scuola

c) Servizio di documentazione per la pedagogia e la didattica

d) Cooperazione all’innovazione in ambito di educazione degli adulti in Italia.

Oltre all'Agenzia nazionale Erasmus + per l'istruzione scolastica, l'istruzione superiore e dell'educazione degli adulti, ospita anche l'Unità nazionale eTwinning e l'Unità italiana di Eurydice.

L’Unità EPALE che opera all’interno dell’Agenzia Erasmus+ Indire è responsabile dell’implementazione del progetto per l’Italia, promuovendone l’informazione in tutto il territorio nazionale attraverso l’organizzazione di eventi e workshop di formazione, sia specificamente dedicati a EPALE che in collaborazione con altre iniziative dell’ambito educazione degli adulti (consulta i Prossimi eventi per conoscere gli appuntamenti).

Fornisce inoltre supporto tecnico e assistenza per facilitare l’accesso alla piattaforma e la piena partecipazione alla community.

 

Coordinamento Agenzia Nazionale Erasmus+ Indire: Sara Pagliai

Il team EPALE Italia è composto da:

Lorenza Venturi, capo Unità EPALE (l.venturi_at_indire.it)

Daniela Ermini, esperto senior educazione degli adulti (d.ermini_at_indire.it)

Martina Blasi, esperto senior educazione degli adulti (m.blasi_at_indire.it)

Alessandra Ceccherelli, comunicazione e social media (a.ceccherelli_at_indire.it)

Giacomo Scarzanella, helpdesk tecnico piattaforma EPALE, supporto logistico e copertura foto eventi (g.scarzanella@indire.it)

 

Lorenza Venturi è la capo unità Epale ed è responsabile del coordinamento e della gestione di tutte le attività dell’Unità italiana. Si occupa inoltre dello sviluppo di sinergie ad ampio raggio con i principali attori nell’ambito dell’EDA a livello nazionale ed europeo come: il Programma Erasmus+, il Coordinamento dell’Agenda per l’Apprendimento degli adulti, l’attività di ricerca di Indire e le politiche nazionali e di altri stakeholder di rilievo. Coordina i rapporti con il Miur, la Commissione europea, l’Agenzia esecutiva e con il Servizio di supporto centrale

 

Martina Blasi e Daniela Ermini si occupano dello sviluppo e dell’implementazione della piattaforma e dei suoi contenuti. A partire da una continua attività di studio e analisi sui temi prioritari nell’ambito dell’EDA, collaborano alla programmazione editoriale, lavorano alla redazione di articoli, incentivandone la produzione anche da parte di esperti esterni e supervisionandone la qualità. Sono referenti per la rete degli Ambasciatori (Martina Blasi) e degli stakeholder a livello nazionale e locale (Daniela Ermini). Curano inoltre l’organizzazione di seminari nazionali su tematiche chiave dell’apprendimento degli adulti e promuovono Epale nell’ambito di incontri, conferenze e giornate informative, come pure tramite articoli on line e off line.

 

Alessandra Ceccherelli è la responsabile della comunicazione: a lei sono affidati la diffusione di Epale attraverso vari canali informativi multimediali e multimodali, nonché il coordinamento di immagine e la realizazione di materiali promozionali. Cura e alimenta i canali social di Epale (Facebook, Twitter, YouTube, LinkedIn), i rapporti con la stampa e con i media. Si occupa anche della produzione di contenuti per la piattaforma e dell’incentivazione della produzione di contenuti da parte di esperti, in particolare tramite la collaborazione con la Rete Universitaria Italiana per l’Apprendimento Permanente, Ruiap, per la realizzazione della rivista semestrale Epale Journal on Adult Learning and Continuing Education.

 

Giacomo Scarzanella si dedica all’assistenza tecnica agli iscritti alla piattaforma, supportandoli  tramite il servizio di help desk telefonico, la mailbox dedicata e gli incontri in presenza. In occasione di seminari ed eventi, cura gli aspetti logistici, nonché la selezione, la registrazione e il supporto ai partecipanti, occupandosi anche della copertura foto/video.

 

 

 

 

In Italia, così come in Europa, con l’espressione “Educazione degli Adulti” si intende il complesso di tutte quelle attività finalizzate all’arricchimento culturale, alla riqualificazione ed alla mobilità professionale. Queste possono essere organizzate instaurando una collaborazione tra scuola e comunità locali, coinvolgendo il mondo del lavoro e i principali partner sociali attivi su un territorio, sia come prolungamento che come integrazione dell’educazione impartita nell’età dell’obbligo scolastico, oppure in sostituzione di essa per coloro che abbiano precocemente abbandonato il normale percorso scolastico. In questo complesso di attività possono ricadere tutte quelle forme organizzate di arricchimento del bagaglio culturale di una persona sia che si tratti di attività formali volte all’acquisizione di un titolo di studio, che di attività intraprese per arricchire il proprio patrimonio culturale personale.

L’espressione “Istruzione degli Adulti” ha un dominio più limitato in quanto considera solo quelle attività educative volte all’acquisizione di un titolo di studio, allo scopo di elevare il livello di istruzione della popolazione adulta. L’espressione viene usata da quando è stata approvata la legge istitutiva dei Centri Provinciali per l’Istruzione degli Adulti (CPIA, DM del 25/10/2007). I CPIA accorperanno e sostituiranno su base provinciale tutti i precedenti canali di erogazione dei corsi, ovvero i Centri Territoriali Permanenti (CTP), i corsi serali presso tutte le scuole secondarie di secondo grado e le relative sezioni carcerarie.

I CPIA, a seguito dell'approvazione del Regolamento di attuazione della legge che li ha istituiti, saranno attivi a partire dall'a.s. 2013-2014 e, di conseguenza, i paragrafi che seguono descrivono la situazione ancora in vigore per l'a.s. 2012-2013.

Si possono distinguere due tipi di utenti: coloro che per età fanno parte della popolazione scolastica a rischio di dispersione e che devono essere inseriti in percorsi di reintroduzione/affiancamento al percorso scolastico ordinario e coloro che, pur avendo assolto l’obbligo scolastico, sono usciti dai percorsi scolastici ordinari ma intendano rientrarvi per i più svariati motivi, dalla temporanea perdita del lavoro all’esigenza di innalzare il proprio livello di istruzione per avanzare nella professione.

Fonte Eurypedia

Gli stakeholder individuati sono a livello nazionale (Ministero dell'Istruzione, Ministero dell'Università e Ricerca), regionale (USR - Uffici Scolastici regionali) e locale e sono stati individuati per la loro approfondita conoscenza in materia di educazione in età adulta, volontariato e inclusione sociale dei gruppi svantaggiati.

Stakeholder EPALE in Italia:

Il progetto Epale Italia mira a creare un sistema integrato e partecipato dei soggetti che gestiscono a livello nazionale il sistema dell’educazione degli adulti e della formazione professionale.
La rete ha lo scopo di aprire un dialogo con le istituzioni deputate a costruire uno spazio di discussione culturale aperto e continuo tra tutti gli attori del settore nell’ottica del superamento di una tradizionale situazione italiana che vede settori non comunicanti - istruzione, formazione, educazione non formale e informale -  dare vita ad una rete che valorizzi le sinergie in un’ottica di integrazione e di rifondazione dei saperi.

Elenco completo degli Stakeholder Epale

Inoltre, per garantire una presenza capillare della promozione l’Italia si è dotata di una rete nazionale di esperti, selezionati attraverso bando nazionale: gli Ambasciatori EPALE.

 

Stakehoder dell'educazione degli adulti in Italia:

USR Toscana 
USR Emilia Romagna 
USR Lazio
USR Sicilia 
USR Liguria
USR Molise
USR Friuli Venezia Giulia
USR Campania
USR Marche
Prov. Autonoma di Trento - Sovrintendenza Scolastica Provinciale
USR Sardegna
USR Piemonte 
USR Abruzzo
Rete Universitaria Italiana per l’Apprendimento Permanente
Prov. Autonoma di Bolzano, Intendenza Scolastica Tedesca
Conferenza delle Regioni e Province autonome
EdaForum Firenze
Centro Studi Formazione Orientamento (Ce.S.F.Or.) 
Centro Servizi Volontariato Toscana (CESVOT)
Ministero dell'Istruzione
Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali
Inapp - Istituto nazionale per l'analisi delle politiche pubbliche
Anpal - Agenzia nazionale politiche attive del lavoro

AMBASCIATORI EPALE

Gli Ambasciatori EPALE svolgono attività di promozione, informazione e formazione sui temi e gli strumenti di EPALE, sia a livello regionale che nazionale, supportando il lavoro dell’Unità EPALE Italia secondo i temi e le azioni prioritarie individuate ogni anno nel piano di lavoro. Sono formatori, ricercatori universitari, operatori, progettisti europei che hanno maturato esperienza nel settore dell’educazione degli adulti e sono stati selezionati tramite apposito bando tra gli esperti nazionali in materia.

Ogni Ambasciatore è dunque un’antenna sul proprio territorio e promuove EPALE nel proprio ente e associazione di appartenenza, all’interno delle reti professionali o tematiche di cui è membro.

 

Scopri chi sono gli Ambasciatori in ogni regione >>.