chevron-down chevron-left chevron-right chevron-up home circle comment double-caret-left double-caret-right like like2 twitter epale-arrow-up text-bubble cloud stop caret-down caret-up caret-left caret-right file-text

EPALE - En digital mötesplats för vuxenutbildare i Europa

Nyhetsrum

Emergenza Covid-19, nuove indicazioni europee su Erasmus+

11/03/2020
av Alessandra Cecc...
Språk: IT

Con il protrarsi dell’emergenza Coronavirus , la Commissione europea ha inviato una nuova nota ai Direttori delle Agenzie Nazionali in merito all’attuazione del Programma Erasmus+ e Corpo europeo di solidarietà in risposta ai numerosi quesiti ricevuti da tutte le Agenzie nazionali, in riferimento a due punti principali:

  • Aspetti pratici relativi all’applicazione della clausola di forza maggiore
  • Possibilità di estendere la durata della sovvenzione

APPLICAZIONE DELLA CLAUSOLA DI FORZA MAGGIORE

Partiamo dalla definizione di situazione di forza maggiore, come riportata nel modello per le convenzioni di sovvenzione all’articolo II.1 (Definizioni)
Forza maggiore: qualsiasi situazione o evento imprevedibile ed eccezionale, indipendente dalla volontà delle parti, che impedisca di adempiere a uno o più obblighi nell’ambito della Convenzione, non attribuibile a colpa o negligenza di una di esse, di un subappaltatore, di un ente affiliato o di terzi destinatari di un sostegno finanziario e che risulti inevitabile nonostante la diligenza degli interessati. Non si possono far valere come casi di forza maggiore: vertenze di lavoro, scioperi o difficoltà finanziarie, il mancato ricevimento di un servizio, difetti delle attrezzature o dei materiali, ritardi nella loro messa a disposizione, a meno che non siano conseguenza diretta di un pertinente caso di forza maggiore.

 

Continua a leggere su erasmusplus.it

Share on Facebook Share on Twitter Epale SoundCloud Share on LinkedIn Share on email