chevron-down chevron-left chevron-right chevron-up home circle comment double-caret-left double-caret-right like like2 twitter epale-arrow-up text-bubble cloud stop caret-down caret-up caret-left caret-right file-text

EPALE

ePlatforma za izobraževanje odraslih v Evropi

 
 

Vir

Konferenca EU o spretnostih odraslih 2016 - predstavitve

Jezik: SL
Document available also in: EN

Objavil/-a Maruša Bajt

Konferenca o spretnostih odraslih 2016 se je 6. in 7. decembra odvila v sklopu evropskega tedna poklicnih spretnosti. Konferenca predstavlja enega večjih letošnjih dogodkov na področju izobraževanja odraslih v Evropi.

Spodaj lahko najdete stisnjeno datoteko, kjer so zbrane vse predstavitve s konference. Kot dodatek k predstavitvam pa prilagamo še video, ki zaradi svoje velikosti tam ni dodan. Omenjeni video je bil del predstavitve z naslovom How to convince the unconvinced? The importance of 'stories and numbers' in unlocking motivation, ki jo je pripravila Joyce Black. Video si lahko ogledate na Youtube. 

 

Da bi se lažje znašli med posameznimi prispevki vam svetujemo, da si ogledate program konference.

Predstavitve so na voljo v angleškem jeziku.

Velikost celotne datoteke je 196 MB.

Avtor(-ji) vira: 
Various authors
Datum objave:
četrtek, 15 December, 2016
Jezik dokumenta
Vrsta vira: 
Ostalo
Država:
Share on Facebook Share on Twitter Epale SoundCloud Share on LinkedIn
  • Slika za %user

    Prendo spunto da questo evento per condividere con la comunità di Epale una riflessione e un'esperienza che sto portando avanti da qualche mese.

    In una delle mie classi (dove insegno letteratura italiana e storia) in un corso serale di secondo livello (primo anno del secondo periodo) sono presenti prevalentemente uomini e donne con un'età compresa dai 40 ai 70 anni. Sono studenti lavoratori, genitori, casalinghe.

    Il loro impegno è davvero straordinario. Non solo sono sempre presenti, ma sono sempre disposti ad imparare e si mettono in gioco e in discussione ogni sera.

    Per affrontare un compito di letteratura italiana, un'analisi del testo di un sonetto di Guido Guinizzelli, hanno chiesto giorni di ferie per studiare, hanno creato fra di loro gruppi di lavoro, incontrandosi il sabato e la domenica, hanno fatto ricerche da soli.

    Il loro impegno è davvero straordinario, perché vogliono imparare e hanno visto come il raggiungimento di competenze letterarie sia utile per migliorare il loro approccio umano.

    La mia osservazione sui loro processi di apprendimento attraverso la pratica testuale mi da conferma di ciò che ho sempre sostenuto a proposito delle competenze umanistiche che migliorano la vita di un individuo.

    Questi studenti diventano uno stimolo per noi insegnanti di adulti e per i loro compagni più giovani (questi ultimi non si emozionano davanti ad un testo letterario, ma sono stimolati ad impegnarsi, vedendo i compagni più grandi, che lavorano al massimo).

    Infine, desidero segnalare come questi studenti adulti si sentano davvero parte della scuola: hanno deciso autonomamente di dare un loro contributo per sistemare l'aula, ridipingendola e aggiustando le finestre.

    E' davvero speciale vederli all'opera, pronti con le loro penne ad apprendere quanto più possibile, facendoti mille domande, perché hanno sete della conoscenza, pronti con pennelli e martelli per sistemare la loro aula e sentrsi davvero utili alla comunità scolastica.

    L'apprendimento davvero rende gli uomni e le donne infinitamente speciali.

    AD MAIORA SEMPER