Passar para o conteúdo principal
Blog
Blog

Analfabetismo Funzionale

Secondo una ricerca del Piaac (Programme for International Assessment of Adult Competencies), un programma dell'Ocse che valuta le competenze della popolazione, il 28% dei cittadini italiani hanno low skills' cioè basse competenze. Ciò vuol dire che riescono a comprendere solo brevi testi su argomenti familiari.

Secondo una ricerca del Piaac (Programme for International Assessment of Adult Competencies), un programma dell'Ocse che valuta le competenze della popolazione, il 28% dei cittadini italiani hanno low skills cioè basse competenze. Ciò vuol dire che riescono a comprendere solo brevi testi su argomenti familiari. Sui 33 Paesi Ocse, l'Italia si piazza al 29esimo posto alla pari con la Spagna e prima di Turchia e Cile.

Con il termine analfabetismo funzionale si indica l’incapacità di un individuo di usare in modo efficace le abilità di lettura, scrittura e calcolo nelle situazioni della vita quotidiana; non è in grado di comprendere, valutare, usare e farsi coinvolgere con testi scritti per intervenire attivamente nella società, per raggiungere i propri obiettivi e per sviluppare le proprie conoscenze e potenzialità. Un' analfabeta funzionale, anche se apparentemente autonomo, non capisce ad esempio il senso di un articolo pubblicato su un quotidiano, non è capace di riassumere e di appassionarsi ad un testo scritto, non è in grado di interpretare un grafico. Non è capace, quindi, di leggere e comprendere la società complessa nella quale si trova a vivere.

Gli economisti Luigi Spaventa e Tito Boeri hanno dichiarato che l'analfabetismo funzionale incide negativamente sulle capacità produttive del paese ed è responsabile del grave ristagno economico presente in Italia. Secondo il linguista Tullio De Mauro è a rischio anche la democrazia. L’analfabetismo funzionale è un problema che non può più essere ignorato perchè è anche la conseguenza degli episodi di razzismo nella vita di tutti i giorni. Sempre secondo gli studi del linguista Tullio De Mauro, l’unica possibilità per modificare un quadro così allarmante è potenziare l'istruzione e investire risorse nel futuro dei cittadini cambiando il modo di fare scuola. Al centro dell'azione didattica va posto l'individuo e non il programma.

L'Italia è tra i fanalini di coda dell'Ocse anche per quanto riguarda il life long learning, manca cioè la spinta a proseguire nello studio e nell'aggiornamento lungo tutto l'arco di una vita. Il problema non è più legato alla necessità di alfabetizzare in senso stretto la popolazione, quanto piuttosto all’incapacità di portare quest’ultima a padroneggiare il processo di acquisizione di informazioni e competenze per generare processi di comunicazione sociale, di benessere socio-economico e di accrescimento culturale. L’analfabetismo religioso contribuisce ad acuire queste problematiche all’interno di società plurali multi-confessionali e multi-religiose, rallentando i meccanismi di integrazione, di partecipazione alla cittadinanza e di condivisione dello spazio pubblico. 

 

Mariella Ciani

Associazione Askii Brainery per l'educazione permanente, Udine

Login (3)

Users have already commented on this article

Faça login ou Registe-se para publicar comentários.

Want to write a blog post ?

Don't hesitate to do so! Click the link below and start posting a new article!

Discussões mais recentes

Focos temáticos 2021 da EPALE. Vamos começar!

Convidamo-lo(a) a enriquecer o que definimos para que este seja um ano intenso, contando com os seus contributos e experiência! Vamos começar por participar nesta discussão online. A discussão terá lugar a 9 de março de 2021, terça-feira, entre as 10:00 e as 16:00 CET (9:00 / 15:00 Lisboa). A discussão escrita será precedida por uma transmissão ao vivo com uma introdução aos focos temáticos de 2021 e será apresentada por Gina Ebner e Aleksandra Kozyra, da Associação Europeia para a Educação de Adultos (EAEA), em representação do Conselho Editorial da EPALE.

Mais

Debate da EPALE: o futuro da educação de adultos

A 8 de julho de 2020 (quarta-feira), com início às 10 horas e encerramento às 16 horas (CEST), a EPALE irá promover um debate online sobre o futuro da educação de adultos. Vamos discutir sobre o futuro do setor da educação de adultos, os novos desafios e oportunidades. O debate será moderado pela especialista da EPALE Gina Ebner, secretária-geral da EAEA.

 

Mais

Comunidade EPALE: partilhe os seus exemplos de boas práticas e de projetos bem-sucedidos no âmbito da educação para a cidadania

No âmbito do foco temático na Educação para a Cidadania, queremos ouvi-lo(a) a si – membro da comunidade EPALE – sobre exemplos de boas práticas e de projetos bem-sucedidos no âmbito da Educação para a Cidadania para adultos.

Mais