Blog
Blog

“Vi Presento Oscar“: iniziativa per l’accoglienza dei familiari e in particolare dei bambini in carcere

Il Provveditorato Regionale dell’Amministrazione Penitenziaria, nell’ambito dell’attività volta al miglioramento della condizione detentiva dei soggetti ristretti all’interno degli istituti penitenziari della Toscana, si sta attivando affinché il momento dei colloqui con i familiari ed in particolare con i bambini, figli di detenuti, avvenga nel clima più sereno possibile.

Al fine di sostenere e coadiuvare le direzioni che, a vario titolo, si stanno impegnando in questo ambito, sono state reperite diverse unità cinofile debitamente addestrate e di provata esperienza,a puro titolo di volontariato, che si sono impegnate ad accogliere e ad accompagnare i bambini nel percorso interno che conduce alle sale colloqui. Inoltre se richiesto possono presenziare il momento dei colloqui ed assisterli anche nel momento più delicato che è l’uscita dal carcere e il distacco dal familiare (quasi sempre il padre).

Sarno_012

L’ingresso in carcere per i familiari, soprattutto per i minori, può essere un evento di grande impatto emotivo, può generare ansie e paure nel bambino e causare ricadute negative sul rapporto con il genitore detenuto.

Il progetto nello specifico tratta di far affiancare il bambino in visita da una coppia cane-conduttore, abilitata e con esperienza nel settore, in modo da attenuare l’impatto negativo del carcere sull’immaginario del minore. L’ingresso e l’uscita dal carcere in questa maniera avviene serenamente, rispettando i tempi di rielaborazione del vissuto anche – e soprattutto – grazie alla figura mediatrice del cane.

Il progetto, avviato in forma sperimentale in sette istituti della regione, ha visto coinvolte finora due associazioni, (Sailor Dog di Milano e DoReMiao di Livorno) i quali membri hanno collaborato con entusiasmo a rendere diversa e più “calda” l’accoglienza dei figli dei detenuti durante i colloqui. I bambini hanno reagito molto positivamente, ed anche i loro genitori hanno accolto con molto favore questa novità, auspicandone la ripetizione.

L’iniziativa si articola in tre momenti:

  • l’accoglienza, le unità cinofile posizionate all’ingresso dell’istituto presenziano l’arrivo dei familiari. Il cane esercita un ruolo molto importante nel supporto emotivo; grazie alle sue caratteristiche non giudicanti e di accettazione incondizionata dell’altro, infatti, instaura un senso di sicurezza e fiducia. Inoltre, giocando con il cane, prendendosi cura di lui e toccandolo, il bambino sperimenta un senso di calma e grazie al rispecchiamento delle competenze, capacità ed esperienze che sperimentano con l’animale, possono gestire meglio la loro relazione.
  • l’accompagnamento nel percorso dalle portinerie alle sale colloqui da parte delle unità cinofile cani/conduttori e, a richiesta anche permanenza durante il colloquio stesso,
  • l’uscita,  la fine del colloquio e il conseguente distacco appare essere il momento più delicato, soprattutto per i bambini, anche perché i tempi non prevedono un momento rielaborativo del bambino, che non vorrebbe distaccarsi dal proprio genitore, e pertanto avere uno spazio di contatto e di relazione con l’animale, permette al minore di non uscire dall’istituto penitenziario in uno stato ansiogeno ed emotivamente difficile, ma in una situazione di calma e benessere, vivendo così un’esperienza meno traumatica.

L’iniziativa Vi Presento Oscar sarà parte integrante di un più vasto progetto di Pet Terapy in fase di elaborazione che prevederà il coinvolgimento di tutti gli istituti penitenziari della regione.

 

Sarno_001

 

 

 

 

Login (0)

Want to write a blog post ?

Don't hesitate to do so! Click the link below and start posting a new article!

Discussões mais recentes

Focos temáticos 2021 da EPALE. Vamos começar!

Convidamo-lo(a) a enriquecer o que definimos para que este seja um ano intenso, contando com os seus contributos e experiência! Vamos começar por participar nesta discussão online. A discussão terá lugar a 9 de março de 2021, terça-feira, entre as 10:00 e as 16:00 CET (9:00 / 15:00 Lisboa). A discussão escrita será precedida por uma transmissão ao vivo com uma introdução aos focos temáticos de 2021 e será apresentada por Gina Ebner e Aleksandra Kozyra, da Associação Europeia para a Educação de Adultos (EAEA), em representação do Conselho Editorial da EPALE.

Mais

Debate da EPALE: o futuro da educação de adultos

A 8 de julho de 2020 (quarta-feira), com início às 10 horas e encerramento às 16 horas (CEST), a EPALE irá promover um debate online sobre o futuro da educação de adultos. Vamos discutir sobre o futuro do setor da educação de adultos, os novos desafios e oportunidades. O debate será moderado pela especialista da EPALE Gina Ebner, secretária-geral da EAEA.

 

Mais

Comunidade EPALE: partilhe os seus exemplos de boas práticas e de projetos bem-sucedidos no âmbito da educação para a cidadania

No âmbito do foco temático na Educação para a Cidadania, queremos ouvi-lo(a) a si – membro da comunidade EPALE – sobre exemplos de boas práticas e de projetos bem-sucedidos no âmbito da Educação para a Cidadania para adultos.

Mais