chevron-down chevron-left chevron-right chevron-up home circle comment double-caret-left double-caret-right like like2 twitter epale-arrow-up text-bubble cloud stop caret-down caret-up caret-left caret-right file-text

EPALE - Pjattaforma Elettronika għat-Tagħlim għall-Adulti fl-Ewropa

Riżorsa

#Restoacasa e imparo. La didattica a distanza, ai tempi del Coronavirus

Lingwa: IT

Mibgħuta minn Annalisa Fabris

Mentre in questi giorni di emergenza, siamo ancora più o meno appartati tra le mura domestiche, #lascuolanonsiferma e continuiamo a fare lezione da remoto. Intanto in rete si moltiplicano le iniziative di “solidarietà digitale” per sostenere percorsi di conoscenza ed apprendimento stimolanti, anche da casa.

Non tutti sanno che tra le tante fonti e risorse per la didattica, anche a distanza , la Commissione europea propone il suo “Learning Corner” - il portale dell’UE per insegnanti e studenti. Un angolo dell’apprendimento dedicato proprio a tutti, grandi e piccini, con materiali formativi, divisi per fasce d’età, impostato in lingua inglese e consultabile in tutte le 24 lingue del’UE. Molto di più di una semplice miscellanea di contributi che raccoglie, infatti, anche risorse multimediali, video, quiz, esercizi e giochi interattivi alla scoperta dell’Europa.

coronaviurs

Una sezione del sito “Europa” che può costituire una ricca miniera da cui prendere spunto per progettare unità e modalità didattiche innovative, disegnate sulla base delle specifiche esigenze dei destinatari dell’azione formativa.

“Se sei un alunno della scuola primaria o secondaria” si riporta in home page, “in questo sito potrai trovare giochi, concorsi e libri interattivi per scoprire l'UE in modo divertente, sia in classe che a casa. Ci sono anche tante informazioni su come studiare o svolgere attività di volontariato all'estero”. “Se sei un insegnante e desideri aiutare i tuoi studenti a conoscere l'UE e a imparare come funziona” si legge proseguendo “in questo sito potrai trovare materiali educativi per tutte le fasce d'età. Oltre a spunti per le lezioni, potrai scoprire opportunità per creare reti con altre scuole e insegnanti di tutta Europa.”

Per la categoria adulti, vale a dire “dai 15 anni in su”, sono pubblicate numerose proposte multimediali su tematiche d’attualità, corredate da kit didattici per docenti come, a titolo d'esempio, “EU & ME quiz” ed “EuroparlTV”, il servizio di video web del Parlamento europeo per informare i cittadini sulle attività istituzionali.

La Casa della storia europea fornisce materiali didattici, basati sull'esposizione museale permenante, da riproporre in classe, a casa o in altri contesti learning corner

educativi, per connettere l'insegnamento della storia europea al nostro mondo contemporaneo.

Si possono poi scaricare opuscoli, brochure e brevi pubblicazioni, come “Passaporto europeo per la cittadinanza attiva”, in cui si illustra come ogni cittadino europeo ha il diritto di dire la sua sulle norme che si applicano nella vita quotidiana;  e come può, quindi, far sentire la sua voce influenzando i processi decisionali e politici. Il pacchetto didattico “Scienze quiz”, attraverso l'approccio ludico, consente agli insegnanti di presentare argomenti scientifici in dieci diverse aree disciplinari (come  ad esempio sicurezza, energia e trasporti, embiente e cambiamento climatico) per far scoprire, in modo concreto, il Servizio per la ricerca della Commissione europea.

Il sito “TAXEDU portal” intende comunicare, in modo divertente e coinvolgente, cosa sono le tasse, nelle loro diverse forme, ed i vari aspetti correlati (frode fiscale, evasione fiscale, ecc.) con giochi,  approfondimenti in e-learning e clip di micro-learning per evidenziare i vantaggi dell’educazione finanziaria.

Nella sezione “cronologia della UE!”, indirizzata ad un pubblico più giovane e, perché no, anche adulto, si può viaggiare sulla linea tempo, attraverso i periodi storici o categorie tematiche, alla ricerca di particolari avvenimenti o solo per vedere  “che cosa sia successo” in un dato momento, avendo una visualizzazione grafica molto sintetica.

linea del tempo

Tutti i materiali didattici, di cui ne abbiamo citati alcuni come esempio, sono stati redatti in formato aperto ed accessibile, utilizzabili nel modo più adatto ai discenti. L’ approccio trasversale consente di passare da un contenuto all'altro per lavorare, in modo mirato, ai vari livelli d'insegnamento. La struttura tematica è proiettata in ambito transnazionale  ed incrocia le differenti epoche/argomenti per permettere un metodo di "comparazione e contrapposizione" tra il passato e l'oggi, il qui e l'altrove. La finalità pedagogica vuole sviluppare quelle attitudini fondamentali, sotto il profilo di conoscenze, competenze e modi di pensare, a sostegno di realizzazione e sviluppo personale, inclusione sociale, cittadinanza attiva ed occupabilità.

Certo, saranno richiesti sempre più nuovi assetti culturali e mentali, da parte di tutti, docenti e discenti e famiglie, per sperimentare in forma diffusa, questo modo diverso di imparare. Vero è che la scuola da remoto non potrà mai sostituire quella in presenza, caso mai affinarne e perfezionarle le strategie metodologiche. Potremmo, però, scoprire che l’e-learning e tutte le forme di apprendimento attraverso il digitale, a completamento della didattica “tradizionale”, rappresentano vie facilitanti per gli studenti, anche adulti. È quindi un vero esperimento sociale per gli istituti d'istruzione di ogni ordine e grado quello che, nostro malgrado, stiamo vivendo, nel contesto imprevisto e drammatico, di questi mesi.

linea del tempo2

Avanti tutta, allora, perché #lascuolanonsiferma e insieme anche #Epale, in questa nuova avventura della formazione a distanza “di massa” per ogni età, che è appena cominciata!!

 

 

 

Annalisa Fabris - Ambasciatrice Epale per la Lombardia

Awtur(i) tar-Riżorsa: 
Commissione europea
Data tal-pubblikazzjoni:
Is-Sibt, 16 Mejju, 2020
Ittajpja r-Riżorsa: 
Riżorsi Edukattivi Miftuħa
Share on Facebook Share on Twitter Epale SoundCloud Share on LinkedIn