chevron-down chevron-left chevron-right chevron-up home circle comment double-caret-left double-caret-right like like2 twitter epale-arrow-up text-bubble cloud stop caret-down caret-up caret-left caret-right file-text

EPALE - Eiropas Pieaugušo izglītības e-platforma

Emuārs

Sintesi EPALE: Tema di giugno dedicato agli studenti adulti disabili

20/07/2017
Regina EBNER
Valoda: IT
Document available also in: EN DE FR ES PL LT RO HU

/lv/file/adult-learners-disabilitiesAdult learners with disabilities

Nel mese di giugno, EPALE si è occupato dell’istruzione degli adulti per e con le persone disabili. Questo ci ha offerto molti spunti interessanti, ma ci ha anche dimostrato che c’è ancora molto da fare per quanto riguarda l’inclusione.

Metodologie incentrate sullo studente

Diversi nuovi articoli hanno presentato importanti esempi di medotologie inclusive.Josephine Finn, Saranne Magennis e Laura Burke della Maynooth University, ad esempio, hanno presentato l’Iniziativa per l’apprendimento inclusivo, presso la loro università in Irlanda. Questa iniziativa offre alle persone con disabilità intellettuali l’opportunità di frequentare l’università attraverso una serie di servizi incentrati sullo studente come un facilitatore di apprendimento e un approccio basato sui diritti. Questa iniziativa non solo apre questo percorso per gli studenti disabili ma offre anche esperienze molto positive per gli insegnanti che hanno cominciato a riesaminare le loro metodologie di insegnamento.

Un altro esempio affascinante, anche se molto diverso, è stato descritto dalla dott.ssa Melanie Brown. La dott.ssa Brown ha parlato di istruzione conduttiva, che è un misto tra apprendimento e riabilitazione medica per disturbi neurologici motori. Nell’istruzione conduttiva, gli studenti non sono visti come pazienti passivi, ma come soggetti attivi che guidano il loro sviluppo. L’enfasi di questo modello è posta sul come le persone imparano invece che sul cosa imparano. Una serie di esercizi e un consapevole riacquisto del controllo del corpo aiuta a migliorare la plasticità del cervello. (Per inciso, sulla base di una lezione tenuta da un neurologo presso un centro di istruzione per gli adulti in Germania, posso dire che questo è molto utile anche per gli anziani. La neuroscienza ha scoperto solo di recente che non smettiamo di rigenerare le sinapsi del nostro cervello con l’età. Dobbiamo solo allenare il nostro cervello – l’apprendimento di una lingua è stato indicato come un metodo eccellente per mantenere giovane il cervello, quindi sapete cosa fare!)

Quadri normativi

Ci sono state anche diverse discussioni sui quadri normativi necessari per far sì che le persone disabili possano partecipare all’istruzione degli adulti. Jo Honigmann, CEO di  CPotential, ha parlato di come la legge protegge gli studenti disabili in Inghilterra. Una panoramica delle leggi più importanti che riguardano gli studenti disabili ha portato a una discussione sulla loro efficacia. Si è concluso che “La legislazione sarà efficace solo se è conosciuta e compresa sia dallo studente che dall’ente che fornisce l’istruzione. Anche così, se è ignorata l’onere della sua applicazione grava sui singoli soggetti, il che può essere difficile e costoso”. Questa conclusione sarà familiare a chiunque lavori nel settore della politica – i quadri politici e giuridici possono essere efficaci solo se sono applicati (e applicati correttamente!).

Questo mi porta alla discussione online che abbiamo avuto all’inizio di giugno – abbiamo riscontrato una mancanza generale di quadri normativi e finanziamenti troppo esigui, anche se c’è, per esempio, la Strategia europea sulla disabilità. Molti fornitori inoltre non dispongono di mezzi sufficienti per offrire percorsi educativi veramente inclusivi e avremmo anche bisogno di molta più formazione per gli insegnanti.

La situazione è dunque tanto disastrosa? Devo dire che ho ricevuto grande ispirazione dai numerosi esempi presentati. Mostrano l’istruzione degli adulti al suo meglio – incentrata sullo studente, in cerca delle migliori metodologie e il miglior sostegno per gli studenti, in breve, l’istruzione degli adulti come dovrebbe essere, quindi l’istruzione degli adulti inclusiva è un bene per tutti.


Gina Ebner è segretario generale dell’Associazione europea per l’istruzione degli adulti (European Association for the Education of Adults, EAEA) e coordinatore tematico di EPALE per il sostegno per gli studenti.

Share on Facebook Share on Twitter Epale SoundCloud Share on LinkedIn Share on email
Refresh comments Enable auto refresh

Tiek rādīts 1. - 1. no 1
  • Lietotāja Anna Kwiatkowska attēls

    ... to największa przeszkoda.I tylko osoby pracujące w organizacji/instytucji wspierającej osoby z niepełnosprawnością wiedzą, jakich cudów się tam dokonuje, by rezultaty działań były wartościowe i użyteczne. Edukację dorosłych z niepełnosprawnościami tworzą pasjonaci. Dlatego wiele się dzieje w tym obszarze. Jednocześnie, jako osoba koordynująca projekty finansowane z Erasmusa+,  mam ogromny szaccunek dla jego twórców i osób tworzących teraz podstawy tego programu - za życzliwe i skuteczne wspieranie rozwoju tej edukacji.