chevron-down chevron-left chevron-right chevron-up home circle comment double-caret-left double-caret-right like like2 twitter epale-arrow-up text-bubble cloud stop caret-down caret-up caret-left caret-right file-text

EPALE - Eiropas Pieaugušo izglītības e-platforma

Ziņu sadaļa

Alfabetizzazione degli adulti, online le linee guida per orientare gli insegnanti

27/05/2016
Valoda: IT

L’alfabetizzazione dei soggetti adulti è una questione complessa che tocca, oggi più che mai, la maggior parte dei Paesi europei. Il tema non riguarda solo i migranti, come si potrebbe pensare, ma anche ampie fasce di popolazione che per diversi motivi hanno interrotto il processo di scolarizzazione e riportano grosse difficoltà a leggere, comprendere ed elaborare testi e numeri o anche solo a riempire un modulo. Il problema dell’alfabetizzazione non riguarda solo i migranti, come forse si potrebbe pensare, ma anche ampie fasce di popolazione che per diversi motivi hanno interrotto il processo di scolarizzazione riportando grosse difficoltà a leggere, comprendere ed elaborare testi e numeri. Una persona scarsamente alfabetizzata ha meno possibilità di operare pienamente all’interno della comunità in cui vive e minori opportunità di migliorare la propria condizione.

L’associazione Nala – National Adult Literacy Association, un ente di beneficenza irlandese indipendente che da oltre 30 anni si occupa di adulti con difficoltà di lettura e calcolo, ha pubblicato le Linee guida per la buona alfabetizzazione (“Guidelines for Good Adult Literacy Work”), che qui proponiamo nella loro versione originale inglese. Il documento, indirizzato a insegnanti e volontari, definisce i 5 princìpi fondamentali che stanno alla base di un lavoro di successo:

  1. Il lavoro di alfabetizzazione degli adulti si basa su una filosofia che implica lo sviluppo personale e l’azione sociale;
  2. L’alfabetizzazione degli adulti è un processo attivo ed espressivo in cui i discenti hanno il diritto e il bisogno di esplorare i loro bisogni e interessi, impostare i propri obiettivi e decidere come, dove e quando desiderano imparare;
  3. L’alfabetizzazione degli adulti deve essere rispettosa delle diverse credenze, culture e modi di essere. Un codice etico di fiducia e di riservatezza è alla base di tutti gli aspetti dell’insegnamento;
  4. Le conoscenze e le competenze pregresse dei discenti sono di vitale importanza per un’organizzazione efficace del percorso formativo;
  5. Gli adulti imparano meglio quando la decisione di apprendere parte direttamente da loro e l’ambiente è di supporto, rilassante e accogliente.

Le linee guida offrono poi un’interessante panoramica sulle principali correnti filosofiche che hanno animato il concetto di apprendimento e alfabetizzazione degli adulti (dal teatro dell’oppresso di Freire all’educazione umanistica di Carl Rogers, dall’apprendimento trasformativo di Mezirov all’apprendimento auto diretto d iStephen Brookfield) ed esamina le fasi chiave dello sviluppo dell’alfabetizzazione degli adulti in Irlanda dal 1970 ai giorni nostri.

Buona lettura!

 

Clicca qui per consultare le “Guidelines for Good Adult Literacy Work” (in inglese)

 

di Daniela Ermini

Share on Facebook Share on Twitter Epale SoundCloud Share on LinkedIn