chevron-down chevron-left chevron-right chevron-up home circle comment double-caret-left double-caret-right like like2 twitter epale-arrow-up text-bubble cloud stop caret-down caret-up caret-left caret-right file-text

EPALE - Eiropas Pieaugušo izglītības e-platforma

Emuārs

The Community Stories Initiative

27/04/2020
EPALE Moderator
Valoda: EN
Document available also in: DA IT HR EL ES DE CS NL SL FI RO MT FR SV PL LT LV PT HU SK ET

EPALE Community Stories


Since the outbreak of COVID-19, our home and family lives have been significantly disrupted and we have all been forced to adapt to new ways of working we wouldn’t have thought possible only a few short weeks ago. Within the Adult Learning Community, many adult educators are working hard to develop innovative online teaching, distance and e-learning solutions to address the challenges of this new training environment and continue to support their students during these uncertain times.
More than ever, this is the time for Adult Educators to connect, share and inspire each other here on EPALE.

In order to kick-start the community collaboration, we are opening a call for the whole adult learning community to share their stories, experiences and solutions with their peers on EPALE.
We want to hear about you, your motivation, your efforts to continue educating, the opportunities that e-learning, online teaching and virtual mobility can bring; and the implications of COVID-19 on you and your work.
Stories do not necessarily need to refer to experiences developed during the Coronavirus emergency, but should possibly inspire solutions and strategies to enhance e-learning opportunities, online teaching and re-thinking of adult learning provision.

How to participate

Please share your experience with us by 30 September 2020.

1. Fill out the webform.
2. You may write in English or any language supported by EPALE.
We would like to give a face to those coping with these difficult times, therefore please include a picture of you, your adult learning organization or a picture that you would like to associate with your story.
3. We will publish your story on the platform in a specific section together with a dedicated card with your picture. We can assure you that we will mobilise all our promotional channels and social media to disseminate your experiences.
4. All the Community Stories will be compiled in a 'Story Book' that will be professionally designed and published in PDF format. The Story Book will be 'launched' at an appropriate EPALE event and disseminated via EPALE and Erasmus+ channels. 

Share your story today and help support your colleagues and friends from across Europe!

Inspire the community and share your story by 30 September 2020.

Community Stories

New to EPALE?

EPALE is an open membership community of adult learning professionals aimed at supporting and connecting the adult learning community throughout Europe.           
Sign up today and share your experiences, ideas and resources with your adult education peers from all across Europe!

Share on Facebook Share on Twitter Epale SoundCloud Share on LinkedIn Share on email
Refresh comments Enable auto refresh

Tiek rādīts 1. - 10. no 15
  • Lietotāja Kadi Kass attēls
    Many thanks to EPALE for the initiative of Community Stories and to all the contributors for sharing their thoughts and experiences! 
    In my opinion, those experience stories are a wonderful way to collect some new ideas, to self-analyze oneself and to find common interest with others. In such turbulent times like we are living now, it is also essential to create the feeling that nobody is alone nor left behind.
    I did also write down one of my own stories in order to share it with the EPALE community.
    I'll look forward to new exciting stories from others and wish you all good health!

    Kadi from Estonia

    Tere! 
    Aitäh EPALEle toreda initsiatiivi eest kogukonna lugude kogumisel ning kõigile autoritele oma mõtete ja kogemuse jagamise eest! Minu arvates on kogemuslood, teiste kogemustest lugemine ja õppimine on väga tore viis nii uute ideede kogumiseks, enesereflektsiooniks ning ühisosa leidmiseks ning selle praegusel ajal nii olulise tunde tekitamiseks, et keegi ei ole üksi. Panin minagi oma ühe oma loo kirja ning jagasin siinse kogukonnaga. 
    Jään ootama uusi põnevaid lugusid ning soovin kõigile häid mõtteid ja palju tervist!
    Kadi 

  • Lietotāja Hildur Vignir attēls
    IÐAN is a private non-profit education and training provider supported by the federation of employees and unions represented by the industries we serve nationwide. It offers a wide range of services for its members spanning from courses, counseling and validation of prior learning. We also provide various services for the ministry of education, science and culture and are involved in creating both national and international partnerships in order to embrace innovation and meet new challenges in support of our industry. In February and March when it became evident that COVID-19 was going to change the world, we at IÐAN education center decided to move quickly. In just a few weeks, we revolutionized our teaching methods to reach our clients. Before we gave courses at our educational center but were in the process of developing reinventing online education. Now, a few months later, we are streaming lectures, producing webinars, podcasts, and offering online courses and educational material on our website that supports and inspires our clients. During lockdown in Iceland we worked from home and started each morning with a meeting on Microsoft Teams to tune in together. At the end of the day we had another meeting to talk about how your projects were going. Those meetings were helpful in organizing and implementing new strategies. We quickly learned that our clients needed uplifting and emotional support through these difficult times. We came up with the idea of Friday recess online. It turned out to be a very popular and a welcome breather from the pandemic and stress of juggling studying, remote working and family life. Our Friday recess included stand-up comedy, singing and philosophical dialogue. We are continuing our journey and reshaping education for both our students and teachers through new innovative teaching methods. https://www.youtube.com/playlist?list=PL8q_0ifh6RJUPH48LvS7wxkPfj1WjkQeD Education is being reshaped for students and teachers alike through new, innovative teaching methods. We find that we are well prepared for the next school year and as a team less vulnerable to lockdown or crisis. We are very aware, though, that we still need to reach out to our students and clients with physical classes. Distance learning is not always the best solution. Crises tend to outline very clearly what matters to us, what we value most. We learned that good teamwork is essential to lead changes in education and that necessity is indeed the mother of invention. 
  • Lietotāja Kaire Viil attēls
    Täitsin ankeedi ning olen põnevil.
    Tervitustega Eestist
    Kaire Viil
  • Lietotāja Shikher GOEL attēls
    Very good initiative...Initiative has become increasingly important in today's workplace. Organizations want employees who can think on their feet and take action without waiting for someone to tell them what to do. After all, this type of flexibility and courage is what pushes teams and organizations to innovate, and to overcome competition. digitally learn is an educational web platform that offers adult educational news and media.

    Thank You !
      
  • Lietotāja IRINI GEORGIOU attēls
    Η εκπαίδευση ενηλίκων στην εποχή της πανδημίας καθίσταται δυσκολότερη,για άτομα τρίτης ηλικίας,
    για άτομα με προβλήματα υγείας, ή ειδικές ανάγκες και για άτομα απομακρυσμένων περιοχών, λόγω έλλειψης  ψηφιακών δεξιοτήτων αλλά καί μέσων ,όπως ηλεκτρονικών υπολογιστών. Ο περιορισμός στο σπίτι, έδωσε ταυτόχρονα την ευκαιρία σε πολλούς ενήλικες ,όχι μόνο των πιο πάνω ομάδων, να ξαναθυμηθούν και να εφαρμόσουν πρακτικές και δεξιότητες  και να ασκήσουν ,κάποια άλλα ταλέντα ή χαρίσματα. Όπως έχω εισηγηθεί και παλαιότερα, αν υπάρχουν οικονομικοί πόροι, καλό θα ήταν μέσω ερωτηματολογίου ειδικά διαμορφωμένου  ανά κατηγορία  και τομέα προγραμματων ενηλίκων, θα  μπορεί να είναι αμφίδρομη ,διότι και οι ενήλικες που δεν έχουν ικανοποιητικές ψηφιακές γνώσεις, διαθέτουν γνώσεις ,δεξιότητες καί εμπειρίες ,που αποτελούν μέρος του πολιτισμού και σε συνδιασμό με τη σύγχρονη τεχνολογιά  μπορούν  να  πάνε την ζωή μας ένα βήμα πιό μπροστά συνδιάζοντάς τη γνώση, την εμπειρία και την ενσυναίσθηση  με στόχο μια καλύτερη ισορροπία στήν ζωή μας με αμοιβαίο όφελος.
     
  • Lietotāja Maria Parmakli attēls
    Αγαπητή κυρία Γεωργίου,

    Ευχαριστούμε πολύ για την τοποθέτησή σας.


  • Lietotāja ELENA GOBBI attēls
    Nella previsione del prossimo anno scolastico, i CPIA Piemontesi stanno organizzandosi per realizzare in modo congiunto un programma televisivo e radiofonico da trasmettere su una emittente NAZIONALE in grado di essere fruita da TUTTI gli studenti che in questo modo potranno esercitare liberamente il loro diritto allo studio. Cerchiamo pertanto nella RAI radio televisione italiana, come i CPIA, servizio pubblico un supporto alla realizzazione di un format di questo tipo: PILLOLE DAI CPIA Percorso TELEVISIVO e/o RADIOFONICO Destinatari: PERCORSO alfabetizzazione: STUDENTI DI BASSA SCOLARITA’ PERCORSO primo livello primo periodo (ex licenza media) STUDENTI PRIMO LIVELLO Obiettivi: OFFRIRE DIDATTICA A DISTANZA AGLI STUDENTI SENZA STRUMENTI O CONNESSIONI. DESCRIZIONE DEL PROGETTO “#NON È MAI TROPPO TARDI…ANCORA: PILLOLE DAI CPIA” Il progetto s’intende in fase di bozza e passibile di modifiche. Traccia: PILLOLE DI IDA – ALFABETIZZAZIONE Le competenze base di livello A2 ASCOLTO comprendere quanto basta per soddisfare bisogni di tipo concreto, purché si parli lentamente e chiaramente comprendere espressioni riferite ad aree di priorità immediata quali la persona, la famiglia, gli acquisti, la geografia locale e il lavoro, purché si parli lentamente e chiaramente LETTURA comprendere testi brevi e semplici di contenuto familiare e di tipo concreto, formulati nel linguaggio che ricorre frequentemente nella vita di tutti i giorni e/o sul lavoro INTERAZIONE ORALE E SCRITTA far fronte a scambi di routine, ponendo e rispondendo a domande semplici scambiare informazioni su argomenti e attività consuete riferite alla famiglia, all’ambiente, al lavoro e al tempo libero scrivere brevi e semplici appunti, relativi a bisogni immediati, usando formule convenzionali PRODUZIONE ORALE descrivere o presentare in modo semplice persone, condizioni di vita o di lavoro, compiti quotidiani usare semplici espressioni e frasi legate insieme per indicare le proprie preferenze PRODUZIONE SCRITTA scrivere una serie di elementari espressioni e frasi legate da semplici connettivi quali “e”, “ma”, “perché” relativi a contesti di vita sociali, culturali e lavorativi scrivere una semplice lettera personale su argomenti e attività consuete riferite alla famiglia, all’ambiente, al lavoro e al tempo libero Traccia: PILLOLE DI IDA – PRIMO LIVELLO PRIMO PERIODO Le 22 competenze degli assi culturali. ASSE DEI LINGUAGGI LETTERE: 1.Interagire oralmente in maniera efficace e collaborativa con un registro linguistico appropriato alle diverse situazioni comunicative. 2.Leggere, comprendere ed interpretare testi scritti di vario tipo. 3.Produrre testi di vario tipo adeguati ai diversi contesti. 4.Riconoscere e descrivere i beni del patrimonio artistico e culturale anche ai fini della tutela e conservazione. 5.Utilizzare le tecnologie dell’informazione per ricercare e analizzare dati e informazioni. 6.Comprendere gli aspetti culturali e comunicativi dei linguaggi non verbali. ASSE DEI LINGUAGGI: LINGUA STRANIERA 7.Utilizzare la lingua inglese per i principali scopi comunicativi riferiti ad aspetti del proprio vissuto e del proprio ambiente. Le competenze di lingua inglese sono riconducibili, in linea generale, al livello A2 del Quadro Comune Europeo di riferimento per le lingue del Consiglio d’Europa 8.Comprendere e utilizzare una seconda lingua comunitaria in scambi di informazioni semplici e diretti su argomenti familiari e abituali Le competenze della seconda lingua comunitaria sono riconducibili, in linea generale, al livello A1 del Quadro Comune Europeo di riferimento per le lingue del Consiglio d’Europa Nell’asse linguistico lingua straniera possono essere previste 3 pillole di competenza 7 (inglese) e 3 pillole di competenza 8 (francese) ASSE STORICO SOCIALE 1.Orientarsi nella complessità del presente utilizzando la comprensione dei fatti storici, geografici e sociali del passato, anche al fine di confrontarsi con opinioni e culture diverse 2.Analizzare sistemi territoriali vicini e lontani nello spazio e nel tempo per valutare gli effetti dell’azione dell’uomo. 3.Leggere e interpretare le trasformazioni del mondo del lavoro. 4.Esercitare la cittadinanza attiva come espressione dei principi di legalità, solidarietà e partecipazione democratica. ASSE MATEMATICO 1.Operare con i numeri interi e razionali padroneggiandone scrittura e proprietà formali. 2.Riconoscere e confrontare figure geometriche del piano e dello spazio individuando invarianti e relazioni. 3.Registrare, ordinare, correlare dati e rappresentarli anche valutando la probabilità di un evento. 4.Affrontare situazioni problematiche traducendole in termini matematici, sviluppando correttamente il procedimento risolutivo e verificando l’attendibilità dei risultati. ASSE SCIENTIFICO-TECNOLOGICO 1. Osservare, analizzare e descrivere fenomeni appartenenti alla realtà naturale e artificiale. 2.Analizzare la rete di relazioni tra esseri viventi e tra viventi e ambiente, individuando anche le interazioni ai vari livelli e negli specifici contesti ambientali dell’organizzazione biologica. 3.Considerare come i diversi ecosistemi possono essere modificati dai processi naturali e dall’azione dell’uomo e adottare modi di vita ecologicamente responsabili. 4.Progettare e realizzare semplici prodotti anche di tipo digitale utilizzando risorse materiali, informative, organizzative e oggetti, strumenti e macchine di uso comune. 5.Orientarsi sui benefici e sui problemi economici ed ecologici legati alle varie modalità di produzione dell'energia e alle scelte di tipo tecnologico. 6.Riconoscere le proprietà e le caratteristiche dei diversi mezzi di comunicazione per un loro uso efficace e responsabile rispetto alle proprie necessità di studio, di socializzazione e di lavoro. La traccia per la realizzazione della pillola è: 12 minuti - Video: Power Point/Prezi ecc… (completa libertà di espressione!) 1. preconoscenze (dove trovo quella competenza nella quotidianità?) 2. la conoscenza (riflessione) 3. la competenza attiva (come la posso esplicare in un contesto personale, in un contesto quotidiano, in un contesto di lavoro… ambiti e temi) LE TRASMISSIONI televisive: 20 pillole da 15 min PILLOLE RADIO 12 minuti - Registrazione da cellulare, formato MP3, ecc… 1. preconoscenze (dove trovo quella competenza nella quotidianità?) 2. la conoscenza (riflessione) 3. la competenza attiva (come la posso esplicare in un contesto personale, in un contesto quotidiano, in un contesto di lavoro…) OCCORRE TROVARE UNA TELEVISIONE E UNA RADIO FM NAZIONALE che si possa ascoltare su tutto il territorio. HELP US!
  • Lietotāja Alessandra Ceccherelli attēls
    Salve Elena,
    è davvero interessante il lavoro della rete dei Cpia Piemonte. Vi invitiamo quindi a condividere la vostra storia (anche più di una) come descritto nel lancio di questa campagna per creare una grande galleria delle Storie della Community. Il testo del bando è disponibile anche in italiano con tutti i passaggi da seguire e il form da compilare per partecipare:

    Aspettiamo di ricevere i materiali (anche più di una storia, ma un invio per volta) per poter valorizzare al meglio il vostro lavoro.
    Grazie!

    Alessandra Ceccherelli,
    Epale Italia
  • Lietotāja ELENA GOBBI attēls
    Ai tempi del COVID-19… Tutti i CPIA, dalla loro istituzione, dispongono di una “Commissione per la definizione del patto formativo individuale” che attraverso il riconoscimento dei crediti formali, informali e non formali, analizza i bisogni della persona, ne valuta le competenze acquisite in ambito personale e professionale, stabilisce un percorso per il raggiungimento di un obiettivo di istruzione e formazione, prevedendo anche la FAD: formazione a distanza (percentuale di ore fruibili dallo studente attraverso attività sincrone o asincrone). 
    Oggi con l’emergenza sanitaria, tutti i CPIA si sono attrezzati per attivare anche percorsi di istruzione a distanza (DaD), collegandosi alla piattaforma GSuite e utilizzando le ClassRoom; in tutti i siti dei CPIA sono stati attrezzati degli spazi “Open source” in cui gli studenti possono scaricare materiali didattici; sono stati creati canali YOU TUBE per la didattica di primo e secondo livello; il CPIA 2 CUNEO (Alba Bra Mondovì) ha realizzato una APP dal nome CPIApPrendo che è stata personalizzata per i vari CPIA che raccoglie tutti gli strumenti necessari allo studente per essere in contatto con il proprio CPIA: collegamento al sito, al canale You Tube, ai link più significativi per lo studio, al traduttore, ai giornali quotidiani.. 
    Purtroppo una criticità si è subito evidenziata: il divario digitale rappresentato dalla possibilità di connessione alla Rete Internet. In particolare: per le caratteristiche orografiche della nostra Regione, la connessione spesso risulta difficile o addirittura assente; per la fragilità socioeconomica degli studenti, la loro connessione dati risulta molto esigua, non in grado di supportare percorsi di DaD; nelle case circondariali, dove la rete Internet non è ammessa. Per coinvolgere tutti gli studenti si sono pertanto attivate varie forme di Didattica a Distanza: 
     WhatsApp e Telegram: applicazioni di messaggistica istantanea, per raggiungere gli Smartphones degli studenti, comunicare con loro e suggerire esercitazioni o approfondimenti; 
     La posta analogica inviando schede cartacee e facendo consegnare nella cassetta delle lettere delle sedi CPIA i feedback didattici elaborati dagli studenti; 
     Radio in modulazione di frequenza (FM): il CPIA 1 TORINO con il patrocinio della Città di Torino e con il sostegno dell’Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte e del PRAP Ministero di Giustizia Piemonte e Valle d’Aosta, con il supporto di EFT Piemonte, ha inaugurato il 4 maggio la rubrica: “LIBERA FREQUENZA”: programma radiofonico in cui i docenti di primo e secondo livello si alternano, quotidianamente dalle 16.15 alle 17, dal lunedì al sabato, su Radio ANTENNA 1, radio privata che trasmette su Torino e parte della sua provincia, a beneficio di tutti coloro che non hanno connessione internet e per gli studenti della sezione carceraria del “Lorusso e Cutugno” di Torino; 
     Televisione: Il CPIA 2 TORINO con il sostegno dell’Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte e del PRAP Ministero di Giustizia Piemonte e Valle d’Aosta, propone dal 5 maggio al 2 giugno tutti i martedì e i giovedì dalle 16.30 alle 17.00 una trasmissione “#NON E’ MAI TROPPO TARDI…ANCORA”: la scuola in tv. Ideato, scritto e condotto da Antonello Marchese, un docente del CPIA 2 TORINO; la trasmissione ricalca l’esperienza del maestro Manzi e propone un corso di alfabetizzazione A1 e A2 a beneficio di tutti coloro che non hanno connessione internet e per gli studenti della sezione carceraria del Piemonte. [Purtroppo essendo una televisione privata (canale 110 del digitale terreste), non tutte le case circondariali consentono la sintonizzazione su queste frequenza e non in tutto il Piemonte tale frequenza è intercettata.] 
  • Lietotāja Alessandra Ceccherelli attēls
    Ecco qui come proporre la Storia alla Community Epale: 

    Grazie per la vostra partecipazione!
    Alessandra Ceccherelli - Epale Italia