chevron-down chevron-left chevron-right chevron-up home circle comment double-caret-left double-caret-right like like2 twitter epale-arrow-up text-bubble cloud stop caret-down caret-up caret-left caret-right file-text

Epale - Europos suaugusiųjų mokymosi elektroninė platforma

Naujienų centro

Concorso DiMMi 2020

16/03/2020
Daniela Ermini
Kalba: IT

C’è tempo fino al 30 aprile 2020 (ma la data potrebbe essere posticipata) per partecipare a DiMMI (Diari Multimediali Migranti), il concorso nazionale sostenuto dalla Regione Toscana che raccoglie e fa conoscere le storie di persone di origine o provenienza straniera che vivono o hanno vissuto in Italia o nella Repubblica di San Marino.

Il concorso è nato nel 2012 e ha già dato vita a tre edizioni per sensibilizzare e coinvolgere i cittadini sui temi della pace, della memoria e del dialogo interculturale e di creare un fondo speciale dei diari migranti presso l’Archivio Diaristico Nazionale di Pieve Santo Stefano.

L’iniziativa ha, quindi, due obiettivi: da una parte riunire e custodire un patrimonio culturale che rischia di essere perduto e dall’altro contrastare gli stereotipi sulla migrazione, attraverso la testimonianza di chi l’ha vissuta in prima persona.

Come si partecipa?

E’ possibile inviare

  • un racconto scritto
  • un video
  • un file audio
  • fotografie
  • disegni
  • e-mail e cartoline
  • una narrazione composta da più materiali tra quelli elencati sopra. Ad esempio, un racconto corredato da disegni, oppure un file audio assieme a delle fotografie.

L’importante è che sia una storia, raccontata in prima persona, senza modifiche o correzioni. E’ possibile anche inviare l'elaborato in una lingua straniera allegando una traduzione in 

italiano al momento dell’invio.

I vincitori del concorso saranno annunciati in occasione della 36° edizione del Premio Pieve Saverio Tutino, che si svolgerà a settembre 2020. Le storie vincitrici saranno pubblicate da un editore nazionale. Tutte le storie che saranno inviate, quelle vincitrici e non – verranno depositate presso l’Archivio Diaristico Nazionale di Pieve Santo Stefano.

Le opere partecipanti al concorso saranno selezionate da apposite Commissioni di Valutazione territoriali. Nel caso di testi scritti non costituisce elemento di giudizio negativo la forma non convenzionale o poco corretta della scrittura. Sono ritenuti di particolare interesse i racconti che trattano della cultura di origine, dell’esperienza di migrazione e/o del vissuto dell’autore nel paese di arrivo o di transito.

 

Consulta la pagina ufficiale del Concorso DiMMi

Fonte: Archivio Diaristico Nazionale Pieve Santo Stefano

 

 

Share on Facebook Share on Twitter Epale SoundCloud Share on LinkedIn