chevron-down chevron-left chevron-right chevron-up home circle comment double-caret-left double-caret-right like like2 twitter epale-arrow-up text-bubble cloud stop caret-down caret-up caret-left caret-right file-text

EPALE

Piattaforma elettronica per l'apprendimento degli adulti in Europa

 
 

Educazione in carcere

Parte oggi, 4 ottobre 2019, e si concluderà il 10 ottobre prossimo, il Cammino educativo di 3 ragazzi in messa alla prova, lungo la via Francigena del Lazio, che va da Bolsena a Roma.

I ragazzi sono accompaganti da 2 esperti nella relazione di aiuto.

Diritto al rispetto della soggettività delle persone detenute per contrastare la disperante sensazione che vivono rispetto all’oblio da parte del mondo esterno, riconoscimento della propria identità  nell’accoglienza delle persone migranti, che non si limiti alla mera identificazione anagrafica ma intesa come interesse per la loro progettualità di vita, su questi aspetti e su molti altri le parole illuminanti e profonde di Mauro Palma, Garante Nazionale dei diritti delle persone detenute o private

L'Unità EPALE Italia amplia e potenzia la rete degli stakeholder. Resoconto dei due incontri di lavoro presso le sedi Indire di Roma e Firenze per una maggiore precisazione di compiti e specificità di intervento dei vari attori coinvolti

L’esperienza decennale di una docente sull’importanza di investire tempo e risorse per laboratori di scrittura dentro i luoghi di reclusione. Un ponte verso l’esterno e un percorso paziente di riabilitazione per la piena libertà.
11 Ottobre 2019
di Maria Teresa Ca...
(it)
Sedici anni fa, un gruppo di giovani siracusani decide di costituirsi in cooperativa sociale, scegliendo come nome “L’Arcolaio”. Obiettivo della cooperativa è quello di favorire il reinserimento socio-lavorativo delle persone ristrette negli Istituti di Prevenzione e Pena e  altri gruppi vulnerabili.
11 Settembre 2019
di Wilma Greco
(it)
Si è da poco concluso nella Casa Circondariale di Agrigento il laboratorio di disegno, rivolto a  20 ristretti. Un evento unico, trattandosi di detenuti della sezione di alta sicurezza, esempio che comincia a trovare concretezza l’idea che “non serve buttare le chiavi” ma piuttosto trovare “la chiave per far girare le vite”.
23 Luglio 2019
di Wilma Greco
(it)

Il CPIA di Terni ha messo a punto, presso la casa circondariale di Terni, il progetto PiantiAMOla. Si è trattato di un’attività di grande valore che ha puntato direttamente alla formazione dei detenuti, unendo il carattere pratico con l’aspetto teorico. Sono stati coinvolti nel progetto 12 detenuti protetti, che sono stati impegnati nella realizzazione di coltivazioni in serra all’interno della stessa struttura detentiva.

3 Luglio 2019
di Giorgio Rini
(it)

Principale attività della Cooperativa Lazzarelle è la produzione del caffè artigianale, seguendo l’antica tradizione di Napoli. 
Valore aggiunto della Cooperativa è quello di coinvolgere due soggetti deboli: da una parte le donne detenute e dall’altra i piccoli produttori di caffè del sud del mondo. I grani di caffè sono acquistati dalla Cooperativa Shadhilly, che promuove progetti di cooperazione con i piccoli produttori.

1 Aprile 2019
di EPALE Italia
(it)
2 Commenti

Pubblicato il volume "La formazione dell'educatore penitenziario minorile 2.0. Nuovi scenari di adultizzazione del sistema" a cura di Marco Brancucci. Il volume è rivolto alla formazione di competenze professionali specifiche per educatori penitenziari minorili e coniuga riflessioni teoriche di pedagogia generale e sociale con le attuali politiche in materia di giustizia minorile.

28 Gennaio 2019
di Marco Brancucci
(it)
da Sabato 9 Novembre 2019 a Domenica 10 Novembre 2019, Estonia

Verge meetod - toimetulek agressiivse käitumisega

Verge meetod on üks efektiivsemaid ja lihtsalt omandatavaid toimetulekumeetodeid agressiivse käitumisega

2-päevasel kursusel, 9.-10. november, õpitakse terapeutilises keskkonnas (koolis, teraapiaruumis, muus lasteasutuses, hooldus-, ja erihooldusasutustes, tervishoiuasutustes, perearsti kabinetis, massaažisalongis jne) ohjama vägivaldset käitumist.

Mercoledì 6 Novembre 2019, United Kingdom

Prisoner Learning Academic Network: Putting Pedagogy into Practice

The Prisoner Learning Academic Network (PLAN) is holding the second of a series of seminars in Manchester on 6 November 2019. This seminar will focus on how to move developments in research and pedagogy into practice, with special focus given to the importance of strong relationships between academic institutions and education providers and practitioners.

Martedì 12 Novembre 2019, United Kingdom

Policing the Community Conference and Community Awards 2019

The Howard League for Penal Reform will be holding the Policing the Community Conference and Community Awards 2019 in London on 12 November. The event will explore how to address the issue of too many people being brought into conflict with the criminal justice system and consider alternative services they could be referred to, as well as present the winning organisations and projects with their Community Awards.

Giovedì 24 Ottobre 2019, Belgium

I-MoToLe: Improving the Intrinsic Motivation to Learn by Adult Learners at Risk of Social Exclusion

In this International Multiplier Event, the results will be presented of the Eramus+ project I-MoToLe. In the past two years seven European partners have studied and developed innovative educational strategies to improve the intrinsic motivation to learn, especially by their most vulnerable learners.
Giovedì 7 Novembre 2019, United Kingdom

Clinks training: Working and volunteering in prison, North West

Clinks is providing a one-day training course that helps to prepare voluntary workers to work in prisons. The event will take place in Liverpool, although training can be organised onsite if an organisation requires it. Training will cover a range of topics and give special focus to theory, self-reflection and practical guidance.

da Mercoledì 12 Giugno 2019 a Sabato 15 Giugno 2019, Ireland

17th International EPEA Training Conference: Past, Present & Future Education in Prison

The European Prison Education Association (EPEA) , together with its Irish branch, the Irish Prison Education Association, are holding its 17th International Training Conference taking place in Technological University (TU) Dublin between June 12th and 16th. 

La relazione sottostante rappresenta un progetto di potenziamento delle abilità emotive, sociali e trasversali, realizzato dall' Ass. "Sognatore nel deserto ONLUS" con un gruppo di detenuti della Casa Circondariale Giuseppe Salvia-Poggioreale di Napoli. "Prisoners of hope" è un progetto di recycling-upcycling che coniuga educazione degli adulti, sostenibilità ambientale e solidarietà internazionale. La vita del detenuto, trasfigurato nel manufatto da loro realizzato, diviene metafora di rinascita che diventa esso stesso dono per l'Altro, anche se appartenente ad una realtà percepita come distante.

Attraverso questo accordo, frutto di una sempre più fruttuosa collaborazione interistituzionale con il Provveditorato Regionale del Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta, si intende pertanto promuovere, all’interno dei contesti carcerari, forme condivise e integrate di intervento volte a sostenere e potenziare i percorsi di istruzione e formazione in favore delle persone detenute presso gli istituti penitenziari della Liguria.

The project “I Sport-Inclusive Sport Project Opposed to Radicalization Tenets” brought together CEIPES, “Malaspina” Juvenile Detention Center, Refugee and Asylum Seekers Centers, as well as CUS Palermo – University Sports Center and the University of Palermo, in a cooperation that has had the main objective of combating the phenomenon of radicalization starting from the most difficult contexts of the Palermo society, promoting the inclusion and enhancement of cultural differences through sport practice.

Il ruolo della biblioteca per un carcere interculturale, plurilingue e inclusivo, questo il titolo dell'incontro svoltosi il 3 ottobre 2018 alla Biblioteca delle Oblate. Sintesi delle criticità emerse e discusse attorno ai quattro tavoli tematici di lavoro.

La relazione annuale del Garante al Parlamento: positivi gli sforzi messi in campo dall’Amministrazione penitenziaria nell’ultimo anno per migliorare l’attività lavorativa negli Istituti penitenziari, sia come numeri sia rispetto alla qualità del lavoro offerto, ma rimane ancora molto da fare. Grave invece la situazione negli hot spot dove sono violati i diritti fondamentali delle persone straniere.
Marcello Bortolato, coordinatore del Tavolo 2 degli Stati Generali, affronterà a Bari il tema dell’organizzazione della vita detentiva illustrando percorsi di responsabilizzazione adeguati alle caratteristiche delle persone detenute.
Nessun risultato