chevron-down chevron-left chevron-right chevron-up home circle comment double-caret-left double-caret-right like like2 twitter epale-arrow-up text-bubble cloud stop caret-down caret-up caret-left caret-right file-text

EPALE

Piattaforma elettronica per l'apprendimento degli adulti in Europa

 
 

Educazione in carcere

Il ricco cartellone dello storico appuntamento di sport sociale e per tutti, denominato "Le Porte Aperte - Auguri dallo Sport", organizzato dalla UISP (Unione Nazionale Sport per tutti) presso l'Istituto Penale per Minorenni di Bari nel lungo periodo delle festività natalizie, ha visto una grande novità nell'anno appena trascorso.

Il 14 febbraio si terrà a Pescara un workshop su educazione degli adulti, politiche europee e territorio organizzato dall'Istituto Tecnico Statale Aterno-Manthonè di Pescara, il CPIA di Pescara-Chieti e l'Associazione Culturale SmartLab Europe. La giornata è promossa con il supporto dell'Unità EPALE Italia-INDIRE

Parte oggi, 4 ottobre 2019, e si concluderà il 10 ottobre prossimo, il Cammino educativo di 3 ragazzi in messa alla prova, lungo la via Francigena del Lazio, che va da Bolsena a Roma.

I ragazzi sono accompaganti da 2 esperti nella relazione di aiuto.

La maggior parte delle ricerche ha dimostrato che ci sono almeno 1 persona su 3 in carcere con una o più difficoltà di apprendimento e / o disabilità. Sotto questo ombrello sono state incluse diverse condizioni come il Disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD), il Disturbo dello spettro autistico (ASD), la Dislessia, la Disprassia (noto anche come Disturbo del coordinamento dello sviluppo) (DCD) o Discalculia, Disturbi del linguaggio dello sviluppo (DLD) e Difficoltà di apprendimento. Mentre spesso si considera ogni condizione in isolamento, la realtà è che spesso si sovrappongono e quindi ogni persona avrà un modello unico di punti di forza e sfide. Fino ad ora è stato difficile fornire un mezzo pratico per identificare i bisogni e fornire supporto pratico. Utilizzando la neuroscienza e la tecnologia, questo ora può essere raggiunto.

 

14 Gennaio 2020
di Claire Roberts
(en)
1 Commenti

Il 30 ottobre 2019 ha avuto luogo una giornata di studi sul “Cammino a piedi come esperienza per i minori e giovani in messa alla prova” che ha visto riuniti molti esperti sia in ambito giuridico sia pedagogico sia educativo, per confrontarsi su questa esperienza e trarre spunti per buone pratiche future, sulla base della valutazione qualitativa diretta dal prof. Massimiliano Fiorucci e realizzata dalla prof. ssa Elena Zizioli del Dipartimento di Scienze della Formazione dell’Università di RomaTre. Questa è la restituzione della prof.ssa Patrizia Corasaniti, referente nazionale Epea.

L’esperienza decennale di una docente sull’importanza di investire tempo e risorse per laboratori di scrittura dentro i luoghi di reclusione. Un ponte verso l’esterno e un percorso paziente di riabilitazione per la piena libertà.
11 Ottobre 2019
di Maria Teresa Ca...
(it)
Sedici anni fa, un gruppo di giovani siracusani decide di costituirsi in cooperativa sociale, scegliendo come nome “L’Arcolaio”. Obiettivo della cooperativa è quello di favorire il reinserimento socio-lavorativo delle persone ristrette negli Istituti di Prevenzione e Pena e  altri gruppi vulnerabili.
11 Settembre 2019
di Wilma Greco
(it)
Si è da poco concluso nella Casa Circondariale di Agrigento il laboratorio di disegno, rivolto a  20 ristretti. Un evento unico, trattandosi di detenuti della sezione di alta sicurezza, esempio che comincia a trovare concretezza l’idea che “non serve buttare le chiavi” ma piuttosto trovare “la chiave per far girare le vite”.
23 Luglio 2019
di Wilma Greco
(it)

Il CPIA di Terni ha messo a punto, presso la casa circondariale di Terni, il progetto PiantiAMOla. Si è trattato di un’attività di grande valore che ha puntato direttamente alla formazione dei detenuti, unendo il carattere pratico con l’aspetto teorico. Sono stati coinvolti nel progetto 12 detenuti protetti, che sono stati impegnati nella realizzazione di coltivazioni in serra all’interno della stessa struttura detentiva.

3 Luglio 2019
di Giorgio Rini
(it)
Venerdì 14 Febbraio 2020, Italy

Studia da adulto, diventa grande: workshop a Pescara su educazione degli adulti, politiche europee e territorio

“Studia da adulto, diventa grande” è un workshop  su educazione degli adulti, politiche europee e territorio organizzato dall'Istituto Tecnico Statale Aterno-Manthonè di Pescara, il CPIA di Pescara-Chieti (link is external)e l'Associazione Culturale SmartLab Europe con il supporto dell'Unità EPALE Italia-INDIRE.

Giovedì 30 Gennaio 2020, United Kingdom

Rewriting Justice by Clean Break and Queen Mary University of London

Clean Break and Queen Mary University of London will be holding a one-day training course for those working as theatre artists, criminal justice professionals and playwrights who are early in their career, to enable them to facilitate playwriting workshops in criminal justice settings. Tickets are priced between £55 and £85.

Giovedì 5 Dicembre 2019, Italy

Convegno "La scuola dell'inclusione non ha confini. Istruzione per adulti e scuola in carcere. Esperienze italiane ed europee a confronto"

L'istruzione degli adulti nel confronto tra realtà italiana ed europea è il tema proposto dal convegno "La scuola dell'inclusione non ha confini. Istruzione per adulti e scuola in carcere.

da Sabato 9 Novembre 2019 a Domenica 10 Novembre 2019, Estonia

Verge meetod - toimetulek agressiivse käitumisega

Verge meetod on üks efektiivsemaid ja lihtsalt omandatavaid toimetulekumeetodeid agressiivse käitumisega

2-päevasel kursusel, 9.-10. november, õpitakse terapeutilises keskkonnas (koolis, teraapiaruumis, muus lasteasutuses, hooldus-, ja erihooldusasutustes, tervishoiuasutustes, perearsti kabinetis, massaažisalongis jne) ohjama vägivaldset käitumist.

Mercoledì 6 Novembre 2019, United Kingdom

Prisoner Learning Academic Network: Putting Pedagogy into Practice

The Prisoner Learning Academic Network (PLAN) is holding the second of a series of seminars in Manchester on 6 November 2019. This seminar will focus on how to move developments in research and pedagogy into practice, with special focus given to the importance of strong relationships between academic institutions and education providers and practitioners.

Si è concluso nel mese di dicembre il progetto Sostegno e Condivisione, realizzato dall'Associazione di promozione sociale Sognatore nel deserto ONLUS.

Promosso dal Garante delle persone ristrette della Regione Campania e dal Consiglio Regionale della Campania, si è svolto in tre istituti: la Casa di Reclusione "G.B.Novelli" di Carinola, la Casa Circondariale di Vallo della Lucania e nel Centro Penitenziario "P.Mandato-Secondigliano" di Napoli.
L'iniziativa rientra nell'art 27.3 della nostra Costituzione e dello stesso Ordinamento Penitenziario.

Convegno "La scuola dell'inclusione non ha confini. Istruzione per adulti e scuola in carcere. Esperienze italiane ed europee a confronto". Registrato a Roma il 5 dicembre 2019.

Organizzato da CeSPI - Centro Studi Politiche Internazionali e Associazione Iscritti a Parlare

La relazione sottostante rappresenta un progetto di potenziamento delle abilità emotive, sociali e trasversali, realizzato dall' Ass. "Sognatore nel deserto ONLUS" con un gruppo di detenuti della Casa Circondariale Giuseppe Salvia-Poggioreale di Napoli. "Prisoners of hope" è un progetto di recycling-upcycling che coniuga educazione degli adulti, sostenibilità ambientale e solidarietà internazionale. La vita del detenuto, trasfigurato nel manufatto da loro realizzato, diviene metafora di rinascita che diventa esso stesso dono per l'Altro, anche se appartenente ad una realtà percepita come distante.

Attraverso questo accordo, frutto di una sempre più fruttuosa collaborazione interistituzionale con il Provveditorato Regionale del Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta, si intende pertanto promuovere, all’interno dei contesti carcerari, forme condivise e integrate di intervento volte a sostenere e potenziare i percorsi di istruzione e formazione in favore delle persone detenute presso gli istituti penitenziari della Liguria.

The project “I Sport-Inclusive Sport Project Opposed to Radicalization Tenets” brought together CEIPES, “Malaspina” Juvenile Detention Center, Refugee and Asylum Seekers Centers, as well as CUS Palermo – University Sports Center and the University of Palermo, in a cooperation that has had the main objective of combating the phenomenon of radicalization starting from the most difficult contexts of the Palermo society, promoting the inclusion and enhancement of cultural differences through sport practice.

Il ruolo della biblioteca per un carcere interculturale, plurilingue e inclusivo, questo il titolo dell'incontro svoltosi il 3 ottobre 2018 alla Biblioteca delle Oblate. Sintesi delle criticità emerse e discusse attorno ai quattro tavoli tematici di lavoro.

Nessun risultato