chevron-down chevron-left chevron-right chevron-up home circle comment double-caret-left double-caret-right like like2 twitter epale-arrow-up text-bubble cloud stop caret-down caret-up caret-left caret-right file-text

EPALE

Piattaforma elettronica per l'apprendimento degli adulti in Europa

 
 

Qual è il ruolo dell’UE nell’apprendimento degli adulti?

La cronologia in basso illustra lo sviluppo negli anni del ruolo dell’UE nel favorire l’apprendimento degli adulti. La cronologia riporta i punti salienti, come ad esempio importanti pubblicazioni e iniziative politiche.

L’impegno dell’UE per l’apprendimento degli adulti inizia con il trattato di Roma tramite il quale la Comunità europea ha promosso l’attività formativa di base e avanzata.

1957

L’UE inizia a lavorare alla politica per l’apprendimento degli adulti

2000
(2002)

Il Consiglio dell’Unione europea pubblica la risoluzione sull’apprendimento permanente, sottolineando il principio dell’istruzione “dalla culla alla tomba” fornita in ambienti diversi.

(2006)

La Commissione pubblica la comunicazione Educazione degli adulti: non è mai troppo tardi per apprendere mettendo in evidenza l’importante contributo dell’apprendimento degli adulti all’occupabilità e alla mobilità, e all’inclusione sociale.

Il Consiglio pubblica una risoluzione su una rinnovata agenda europea per l’apprendimento degli adulti. (EAAL), consolidando la politica nel campo dell’apprendimento degli adulti. Questo è il testo di riferimento dell’UE in materia di apprendimento degli adulti.

2007

The Council publishes a resolution on a renewed European Agenda on Adult Learning (EAAL), consolidating policy in the field of adult learning. This is the EU reference text on adult learning policy.

2011

Un messaggio chiave dell’EAAL è che l’apprendimento degli adulti in tutte le sue forme favorisce l’occupabilità e contribuisce all’inclusione sociale, alla cittadinanza attiva e allo sviluppo personale. Incrementare la partecipazione e permettere agli adulti di sviluppare e rinnovare le loro capacità e competenze nell’arco di tutta la vita sono al centro dell’agenda.

Vengono stabilite le priorità dell’EAAL per il periodo 2015-2020:

2015

garantire la coerenza dell’apprendimento degli adulti con altre aree politiche

aumentare l’offerta e la fruizione dell’apprendimento degli adulti

ampliare l’accesso tramite l’apprendimento sul lavoro, le TIC e le seconde opportunità

migliorare il controllo qualità, anche tramite la formazione iniziale e permanente degli educatori degli adulti.

La nuova agenda per le competenze per l’Europa propone che gli Stati membri adottino la garanzia delle competenze per innalzare il livello delle competenze di base degli adulti.

2016

Il 19 dicembre il Consiglio adotta la raccomandazione Percorsi di miglioramento del livello delle competenze: nuove opportunità per gli adulti, la quale intende aiutare i 64 milioni di adulti europei che ancora non hanno un titolo di studio di livello secondario superiore a ottenere un livello minimo di alfabetizzazione, alfabetizzazione numerica e competenze digitali, per poi ottenere un titolo di studio secondario inferiore o superiore.

2016

L’EAAL fa parte del quadro “ET2020” per la cooperazione europea nel settore dell’istruzione e della formazione. Il gruppo di lavoro ET2020 sull’apprendimento degli adulti 2016-2018 svolge attività di apprendimento tra pari sulle politiche che possono incoraggiage più adulti ad apprendere sul lavoro.

Gli Stati membri devono delineare le misure che intendono adottare per attuare i percorsi di miglioramento del livello delle competenze.

2018