News
Notizie

Un libro con Epale: i detenuti raccontano il lockdown

nnn

 

     Dedicato a tutte quelle persone che ogni giorno lottano per non ascoltare il rumore della paura

 

Un libro con Epale si avvia al suo penultimo appuntamento dell’anno. Mercoledì 3 novembre alle 18:00, come sempre in diretta Facebook sulla pagina di Epale Italia, torneremo a parlare di scrittura e di carcere con il volume Pensieri Reclusi e oltre. Antologia letteraria Covid-19.

L'Articolo 2 della Costituzione garantisce i diritti inviolabili della persona e, tra questi, è fondamentale la libertà personale.

Al tempo del Covid-19 tutti noi, indistintamente, abbiamo provato cosa significhi sentirsi costretti dentro prescrizioni emanate da chi decide per noi sulla base della tutela collettiva. In questa situazione di sofferenza, anche psicologica, le persone in carcere vivono una doppia costrizione determinata dalla stessa condizione detenzione. "Pensieri reclusi", curato da Maria Teresa Caccavale e Suor Rita del Grosso, nasce da un’attività laboratoriale di scrittura condotta nei carceri di Rebibbia e di Paliano, in provincia di Frosinone, per incoraggiare le persone ristrette ad esprimere pensieri, riflessioni, paure ed emozioni legate al difficile periodo segnato dalla pandemia.

L’attività iniziò in presenza ma fu bruscamente interrotta con il primo lockdown. Tuttavia continuò a distanza e i testi furono raccolti via mail grazie all'attività di raccordo delle Direzioni delle aree educative dei carceri. Via via le testimonianze si allargarono ad un numero sempre più ampio di persone legate al carcere: operatori, volontari, medici, insegnanti, assistenti sociali, psicologi, avvocati, attori, vigili del fuoco, personale della giustizia, religiosi. 

Come per molti altri ambiti, anche il sistema carcerario era impreparato a gestire una situazione tanto grave, portando alla luce numerose problematiche fino a quel momento ignorate e irrisolte.

Chi conosce il carcere è consapevole che dire a uomini privati della libertà che non potranno abbracciare, toccare, stringere le mani dei propri cari ha su di loro un effetto devastante. Il libro vuole fare tesoro di un periodo di dolore, di deserto, di morte, di sacrifici, di disuguaglianze e di paure ma anche di speranza, di solidarietà, di accoglienza e di rinascita, dando voce a chi non avrebbe mai avuto occasione di esternare il proprio dolore e le proprie angosce.

La raccolta ci dimostra la potenza e la capacità della scrittura e dello storytelling nell'aiutare le persone a connettersi con la propria interiorità e anche con il prossimo, vicino e lontano, in una sorta di auto-psicoanalisi necessaria per esorcizzare e modificare i propri pensieri negativi.

Il libro, uscito nel 2021, è stato premiato con una targa nell’ambito del Premio Internazionale di Letteratura Città di Como che si è tenuto lo scorso mese di ottobre.

Sarà presente Maria Teresa Caccavale e interverranno alcuni degli autori delle testimonianze.

 

Collegati all'evento in diretta, il 3 novembre ore 18.00

Video registrazione dell'incontro:

Chi sono le autrici:

Maria Teresa Caccavale è stata per 30 anni docente in carcere, insegnando principalmente a Rebibbia dove opera anche come volontaria attraverso l’Associazione Happy Bridge di cui è presidente dal 2011. In pensione dalla fine del 2018, continua ad occuparsi di istruzione in carcere e di laboratori di scrittura, sostenendo attività culturali a favore dei detenuti. È Ambasciatrice Epale dal 2017 e membro attivo della United Peacers per un nuovo umanesimo.

Suor Rita del Grosso è religiosa canossiana, laureata in Pedagogia e Scienze Religiose.  Si dedica al volontariato in carcere da oltre venti anni con attività di catechesi e laboratori di scrittura. Ha curato diversi concorsi letterari presso la Casa di Reclusione di Rebibbia e Paliano.

 


Pensieri Reclusi e oltre. Antologia letteraria Covid-19 è scaricabile da Amazon in formato Kindle al costo simbolico di €3. Chi desiderasse la versione PDF può scrivere all'all'Associazione Happy Bridge (associazionehappybridge@protonmail.com) versando lo stesso importo sul cc della stessa.

reclusi  

Login (0)

Vuoi scrivere un articolo?

Non esitare a farlo!

Clicca sul link seguente e inizia a pubblicare un nuovo articolo!

Ultime discussioni

Discussione EPALE: come incrementare l'educazione delle persone adulte con disabilità

Come parte del focus EPALE di Giugno dedicato al tema delle persone con disabilità, vorremmo conoscere i vostri punti di vista su come valorizzare ed incrementare l'educazione degli adulti con disabilità. La discussione è in programma il giorno 8 giugno alle ore 14:00 CEST.
Altro