News
Notizie

Il CPIA 1 Foggia in Europa con Erasmus per studiare sul campo il sistema dei percorsi formativi della seconda opportunità

 

Lo scorso agosto 2021 si è brillantemente concluso con la sua seconda mobilità europea un progetto del CPIA 1 Foggia, beneficiaria di un finanziamento Erasmus+ per attività di job shadowing, ossia l'affiancamento lavorativo di colleghi in istituti educativi per adulti all'estero. 

A dire il vero il Centro per gli adulti di Foggia non è del tutto estraneo a questa apertura europea, a cui le politiche scolastiche sia comunitarie che nazionali con insistenza stanno da tempo spingendo. L’avvio in questa direzione è stato dato nel lontano a.s. 2014-2015, anno della sua nascita, da un progetto multilaterale eTwinning di gemellaggio virtuale europeo sull’imprenditorialità, che ha fatto ricevere alla scuola l’alto riconoscimento del quality label nazionale. Inoltre nel 2017-2018 ha felicemente portato a termine - sempre nell’ambito del programma Erasmus+ azione K1 - un altro progetto di job shadowing con una scuola omologa di LLiria nella regione valenciana di Spagna. 

Anche quest’ulteriore progetto di collaborazione europea, dal titolo emblematico "Una seconda volta per tutti. Organizzazioni della seconda opportunità a confronto", si è collegato perfettamente agli obiettivi prioritari del PTOF del Centro nello spirito della sua mission, quella cioè di contribuire a costruire una scuola per gli adulti veramente all’avanguardia, aperta all'Europa e sempre più rispondente alle esigenze della sua  utenza, il tutto attraverso la formazione sul campo di alcuni suoi docenti e poi per disseminazione di tutti gli altri.

In linea di massima il progetto ha previsto due mobilità, una in Francia a Hérouville-Saint-Clair per osservare il sistema pedagogico della rete delle scuole della seconda opportunità, e una in Spagna a Pontevedra per studiare il modello della formazione in ambito carcerario

c.

Nell’arco di 2 anni i docenti coinvolti hanno effettuato numerose attività formative, a partire da percorsi linguistici sia strutturati che liberi fino a incontri di scambio/condivisione con gli operatori delle due istituzioni ospitanti, per arrivare ad osservare le varie situazioni didattiche, metodologiche e gestionali dei centri accoglienti.

Così come previsto in sede di candidatura, il progetto ha contribuito a soddisfare i bisogni formativi dei docenti coinvolti, in particolare:  

- rafforzando le competenze linguistico-comunicative in una seconda lingua europea

- potenziando le competenze di team working, problem solving e di capacità di rapportarsi produttivamente in contesti nuovi;

- confrontandosi/condividendo idee, materiali, metodi innovativi, strategie e buone pratiche;

- collaborando per la buona riuscita del progetto

- acquisendo conoscenze di diversi sistemi formativi destinati agli adulti.

Il risultato delle esperienze effettuate ha riguardato essenzialmente l’acquisizione di buone pratiche da prendere a modello, nel caso specifico il sistema pedagogico alla base delle istituzioni visitate: un dispositivo con al centro il corsista a rischio di dispersione, aiutato ad elaborare il proprio progetto di vita e professionale in collegamento stretto con il mondo del lavoro.

Il prossimo 15 ottobre in occasione dell’ErasmusDay, a cui prenderanno parte il team di progetto, la dirigente, il direttore amministrativo in collegamento con i partner europei, si chiuderà la fase del follow-up con il resoconto dell’esperienza effettuata. Per l’occasione interverranno anche i colleghi partner di progetto.

Quello del CPIA 1 Foggia è senz’altro un esempio di come il programma Erasmus+ possa aiutare a rinforzare lo spirito di cittadinanza europea, la comprensione e la solidarietà tra i paesi membri.

 

Evento #ErasmusDays

 

c.
Login (1)

Vuoi scrivere un articolo?

Non esitare a farlo!

Clicca sul link seguente e inizia a pubblicare un nuovo articolo!

Ultime discussioni

Discussione EPALE: come incrementare l'educazione delle persone adulte con disabilità

Come parte del focus EPALE di Giugno dedicato al tema delle persone con disabilità, vorremmo conoscere i vostri punti di vista su come valorizzare ed incrementare l'educazione degli adulti con disabilità. La discussione è in programma il giorno 8 giugno alle ore 14:00 CEST.
Altro