chevron-down chevron-left chevron-right chevron-up home circle comment double-caret-left double-caret-right like like2 twitter epale-arrow-up text-bubble cloud stop caret-down caret-up caret-left caret-right file-text

EPALE

Piattaforma elettronica per l'apprendimento degli adulti in Europa

 
 

Newsroom

Da FierIDA i contenuti Erasmus e Epale per una buona collaborazione europea

18/10/2019
Lingua: IT

Le opportunità europee per l'istruzione degli adulti hanno avuto uno spazio di informazione specifico nella scorsa edizione di FierIDA, la Fiera nazionale dell'istruzione degli adulti in Italia. Il workshop, che si è tenuto a Siena il 26 settembre, è stato gestito dall'Agenzia Erasmus+ e dall'Unità Epale dell'Indire, ha dato la possibilità di ascoltare gli interventi dello staff, di alcuni relatori e degli Ambasciatori Epale che lavorano come docenti nei Cpia e nelle sedi carcerarie in tante regioni italiane.

Per consentire alla scuola italiana di innovarsi le possibilità di confronto e collaborazione a livello internazionale sono tante. Candidarsi al bando Erasmus+, che viene aperto annualmente e gestito dalle Agenzie nazionali nei rispettivi Paesi, consente di ottenere fondi per finanziare corsi di aggiornamento, visite di studio in organizzazioni omologhe e realizzare jobshadowing all'estero; oppure di contribuire all'implementazione di partenariati strategici. Questo è stato il contenuto oggetto della panoramica curata da Alberto Benvenuti e Martina Iacopetti (Ufficio Gestionale Erasmus+ Indire) nel loro intervento. Per ambire a ottenere il finanziamento la chiave sta in una buona progettazione e in questo l'intervento di Barbara Tosi, valutatrice Erasmus, è stato prezioso per indicare gli elementi essenziali da curare nel predisporre il progetto, partendo da una definizione dell'impatto che si desidera ottenere e da una accurata analisi del proprio contesto.

Parlare di Europa significa anche imparare a utilizzare strumenti diversi es sotenibili che rendono la possibilità di confronto europeo possibile anche oltre i progetti, o in assenza di finanziamenti, rendendo di fatto quitidianamente accessibile la collaborazione in reti tematiche internazionali. Le piattaforme web e le community online come EPALE - la piattaforma europea per l'educazione degli adulti - sono strumenti per la costruzione di contatti e la contaminazione di idee tra chi realizza pratiche educative in contesti diversi, rendendo al contempo visibili i risultati.

"Erasmus ed Epale sono risposte concrete a molte delle delicate questioni, sociali e culturali, ma anche demografiche e economiche, che coinvolgono gli adulti e che sono al centro di questi tre giorni di confronto nazionale", ha detto Lorenza Venturi nel presentare il workshop.

La piattaforma Epale porta l'attenzione su temi di interesse per la comunità educativa attraverso articoli e risorse pubblicate direttamente dai formatori, dai docenti, dai ricercatori e dai responsabili delle organizzazioni formative. La presentazione di Marianna Capo sul laboratorio interattivo al Centro di Ateneo Sinapsi dell'Università Federico II di Napoli, per promuovere l'autoconsapevolezza di sé negli studenti, dottorandi e volontari del Servzio civile nazionale, è un esempio concreto di come valorizzare le competenze trasversali per sostenere l'occupabilità dei giovani.

La rete di Ambasciatori Epale Italia, rappresentata dalla delegazione presente a FierIDA, è un altro esempio concreto di come lavorare trasversalmente, superando le distinzioni di ambito, tra educazione formale e non formale, ma costruendo uno spazio educativo rivolto all'apprendimento permanente, ha numerosi risvolti positivi e segue le interconnessioni necessarie alla società in cui viviamo, dove anche i formatori si possano sentire sostenuti nel loro aggiornamento continuo, e al tempo stesso possano essare chiamati a contribuire alla realizzazione di politiche educative più efficaci.

/it/file/ambasciatorijpgambasciatori.jpg

Epale anche lo strumento ufficiale per cercare partner con cui avviare progetti Erasmus tra gli otre 55.000 iscritti in tutta Europa. La vetrina delle esperienze che utilizzano in modo efficace gli spazi di Epale, tra news, risorse e social media, consente la valorizzazione dei risultati e facilita la loro comunicazione a livelli diversi, anche oltre lo specifico ambito dell'educazione degli adulti in cui quelle esperienze sono state svolte. Le presentazioni di Martina Blasi, Daniela Ermini e Alessandra Ceccherelli hanno illustrato quanto Epale sta offrendo in questi termini, dando visibilità europea alle esperienze nazionali e contribuendo a sostenere le collaborazioni territoriali.

Leggi qui l'articolo di presentazione del workshop e il programma

Questi i materiali delle presentazioni:

/it/file/benvenutotosiiacopettijpgbenvenuto_tosi_iacopetti.jpg

"Opportunità Erasmus per l'educazione degli adulti"

Alberto Benvenuti e Martina Iacopetti

/it/file/opportunitaeedafieridaacpdfopportunita_e_eda_fierida_ac.pdf


"Come scrivere un progetto Erasmus EDA di successo"

Barbara Tosi - CSCI Novara

/it/file/tosisiena26settembre2019pdftosi_siena26settembre_2019.pdf


/it/file/capomjpgcapom.jpg

"Dispositivi e percorsi narrativi per autovalutare le competenze trasversali e promuovere la competenza di sé"

Marianna Capo - Università Federico II Napoli

/it/file/mariannacapo-fierida-epalepdfmarianna_capo-fierida-epale.pdf


/it/file/img-20190926-wa0018jpgimg-20190926-wa0018.jpg

"Presentazione delle opportunità Epale per la collaborazione europea nell'educazione degli adulti"

Martina Blasi, Daniela Ermini

/it/file/presentazioneepalefieridapdfpresentazione_epale_fierida.pdf


"Comunicare i progetti europei con Epale"

Alessandra Ceccherelli

/it/file/epalececcherelli-fierirdapdfepale_ceccherelli-fierirda.pdf

a cura di Alessandra Ceccherelli,

Comunicazione Epale Italia

Share on Facebook Share on Twitter Epale SoundCloud Share on LinkedIn