chevron-down chevron-left chevron-right chevron-up home circle comment double-caret-left double-caret-right like like2 twitter epale-arrow-up text-bubble cloud stop caret-down caret-up caret-left caret-right file-text

EPALE

Piattaforma elettronica per l'apprendimento degli adulti in Europa

 
 

Newsroom

A Bologna si parlerà di turismo, innovazione e riqualificazione periferie. EPALE presente all’evento

11/04/2016
Lingua: IT

Il 19 aprile presso gli spazi di TIM Wcap Bologna, via Oberdan 22, si svolgerà l’evento “Una Città con te” dove si parlerà di turismo, innovazione tecnologica, nuove imprese e riqualificazione di spazi e periferie. La domanda alla base dell’evento è semplice: come pensare di innovare se non ampliando le comunità di riferimento? E successivamente: come pensare di includere senza innovare modelli, processi e politiche? 

Quali possono essere le leve a disposizione di una amministrazione? E quali mosse sono necessarie in una città come Bologna dove il capitale sociale da sempre è direttamente proporzionale alla crescita economica? All’incontro, con inizio alle ore 19, parteciperanno Matteo Lepore (Assessore all’economia e alla promozione della città di Bologna), Cristina Tajani (Assessore alle politiche per il lavoro, Sviluppo economico, Università e Ricerca al Comune di Milano), Annibale D’Elia (ideatore di Bollenti spiriti, già Dirigente dell’Ufficio Politiche Giovanili e Legalità della Regione Puglia); Paolo Venturi (Direttore di AICCON, Associazione Italiana per la Promozione della Cultura della Cooperazione e del Non Profit). Modera l’incontro Luca De Biase, scrittore, giornalista, responsabile di “Nòva24”, inserto dedicato alle tecnologie del “Sole 24 Ore”. Interverrà sul tema Isabella Angiuli (CNA Bologna) anche partendo dai risultati dei tavoli di lavoro tematici realizzati il 4, il 9 e il 12 aprile, assieme ad altri protagonisti di Una città con te, come Franco Cima ambasciatore EPALE.

 

Su domande molto simili (non è un caso) a Milano è nata un’associazione, che infatti si chiama “Innovare per includere” che si pone l’obiettivo di “una Milano che sappia stare nel mondo che cambia. Che non solo si apra sistemicamente al nuovo, non solo offra a chi innova la possibilità di realizzare con successo, ma favorisca anche le condizioni perché chi è nuovo e chi innova possa produrre benessere condiviso e diffuso. Vogliamo che questo in Italia si possa fare e vogliamo che Milano diventi un laboratorio di sperimentazione utile a tutto il paese”.

E a Bologna? Come mettere assieme le due parti della città? Come porre la priorità nell’agenda dei prossimi anni? Ne parliamo il 19 aprile.

 

Informazioni: http://unacittaconte.org/innovare-e-includere-con-una-citta-accanto/

 

/it/file/1-500x500jpg1-500x500.jpg

Share on Facebook Share on Twitter Epale SoundCloud Share on LinkedIn