chevron-down chevron-left chevron-right chevron-up home circle comment double-caret-left double-caret-right like like2 twitter epale-arrow-up text-bubble cloud stop caret-down caret-up caret-left caret-right file-text

EPALE - Piattaforma elettronica per l'apprendimento degli adulti in Europa

Newsroom

ARTEM ACCESS: la Banca del Tempo per l'integrazione

30/09/2020
di Andrea Messori
Lingua: IT
La Banca del Tempo

 

È stata progettata e realizzata durante il progetto ARTEM del programma Erasmus+ KA2 Educazione degli Adulti ed è stata introdotta in 7 paesi europei. Il suo obiettivo principale è quello di promuovere l'incontro e lo scambio tra migranti e comunità locali, promuovendo l'integrazione, la partecipazione e l'empowerment.

ARTEM ACCESS è una banca del tempo accessibile online. ARTEM ACCESS è un percorso.

ARTEM ACCESS è il 4° step del METODO ARTEM, una risorsa aperta che mette a disposizione strumenti nel campo dell’integrazione dei migranti attraverso lo sviluppo delle competenze interculturali.

La piattaforma contiene:

  • un quadro metodologico sviluppato attraverso una ricerca sui bisogni degli operatori/ volontari e dei migranti in merito alla formazione interculturale utile nel processo di integrazione.
  • uno strumento di formazione per migranti basato su storytelling e cartografia digitale per favorire il riconoscimento del loro “artem” (talento, know-how, competenze, esperienze)
  • moduli formativi sulle competenze interculturali per migranti e operatori / volontari coinvolti nel sostenere l'integrazione dei migranti nella comunità locale
  • una policy paper con raccomandazioni per associazioni, enti di educazione degli adulti e decisori politici.

Il metodo ARTEM ha dimostrato un importante potenziale. Ha un impatto profondo sui partecipanti e sul contesto sociale perché comprende azioni integrate che possono favorire interazioni reali e significative tra le persone, coltivando l'integrazione. ARTEM si basa sull'empowerment delle persone e promuove l'innovazione professionale nel campo dell’educazione degli adulti.

 

Alcuni fatti storici sugli scambi di tempo

Gli scambi in cui la moneta di transazione è il tempo risalgono all'inizio del XIX secolo. Inizialmente erano collegati ad una nuova visione del lavoro, basata su un equo scambio di lavoro. A quel tempo è stata concettualizzata la teoria del valore del lavoro che sostiene che il valore economico di un bene o servizio è determinato dalla quantità totale di "lavoro socialmente necessario" richiesto per produrlo.Nel 1848, il politico francese e fondatore della filosofia mutualistica Pierre-Joseph Proudhon postulò un sistema di schede temporali. 

Il concetto di banca del tempo arrivò nel 20-esimo secolo, dopo la seconda guerra mondiale, ed è frutto della mente creativa di Teruko Mizushima, donna e madre single. Le avversità a cui ha assistito durante la guerra ed il dopoguerra l'hanno ispirata a creare la prima banca del tempo al mondo a Tokyo (Giappone), 1973. Teruko credeva che gli atti di dare e ricevere siano intrinsecamente sociali e possono offrire agli utenti una forma di assicurazione o protezione che il denaro non può garantire. Vivendo gli anni di carestia del dopoguerra, si convinse sempre più del potere della forza collettiva.

Edgar S. Cahn arrivò alla stessa idea, in maniera indipendentemente, diversi decenni dopo Mizushima. Cahn è un illustre professore giuridico americano, ex consulente e scrittore di discorsi di Robert F. Kennedy, conosciuto nel mondo occidentale come l’inventore della banca del tempo. Credeva che un sistema monetario che valorizzasse allo stesso modo le ore di tutti potesse aiutare a prevenire i mali della società mitigando gli effetti di molti tipi di disuguaglianza. Il suo è un approccio basato sulle risorse, incentrato sui contributi che le persone possono dare alle loro comunità, piuttosto che sui loro bisogni. Nel 1995, Cahn ha fondato TimeBanks USA.

 

La migrazione e la banca del tempo

La condizione dei migranti è spesso caratterizzata dal bisogno di essere conosciuti e riconosciuti dagli altri membri della nuova comunità, dal bisogno di conoscere e riconoscere sé stessi e le proprie capacità in un nuovo ambiente, dal bisogno di apprendere (una nuova lingua, un nuovo funzionamento della vita sociale, un nuovo modo di comportarsi). La banca del tempo si basa su un processo di sostegno reciproco attraverso lo scambio di servizi. Ma è molto più di questo. Permette alle persone di incontrarsi e conoscersi. Promuove un'idea di volontariato che implica sia il dare che il ricevere. Promuove la collaborazione e la partecipazione. Può contribuire a costruire fiducia e buona volontà nelle comunità. Negli scambi della banca del tempo, le differenze personali e culturali sono una fonte di ricchezza piuttosto che un ostacolo. Infatti, più persone con esperienze, interessi e competenze diversi entrano a far parte della rete della banca del tempo, più gli scambi possono rispondere alle diverse esigenze della comunità e dell'individuo.

La natura inclusiva della rete della banca del tempo, la rende uno strumento strategico per l'integrazione. Attraverso gli scambi, migranti e persone locali diventano pari, ognuno di loro ha qualcosa da dare e qualcosa da prendere. Ogni attore della rete della banca del tempo è valorizzato attraverso la conoscenza o l'abilità che può condividere. Non è più solo questione di aiutare i più vulnerabili. A turno, i partecipanti alla banca del tempo diventano protagonisti.  Il ruolo della banca del tempo è riconosciuto nella costruzione di comunità e nella promozione dell'inclusione sociale. Nel contesto della migrazione, è ancora più evidente l'opportunità che offre di costruire capacità comunitarie e promuovere una comunità di apprendimento.

Nel lungo periodo, la banca del tempo può generare profondi cambiamenti sociali sviluppando il capitale umano e l'empowerment individuale.

 

ACCESSO ARTEM. Condividi tempo, crea comunità

La banca del tempo ARTEM ACCESS promuove e facilita l'incontro tra gli individui nella comunità attraverso scambi di servizi di volontariato che consentono alle persone di conoscersi e valorizzarsi reciprocamente attraverso le proprie competenze e l'apprendimento che possono condividere. È una banca del tempo multilingue, costruita per 7 comunità locali in 7 paesi europei (Francia, Spagna, Austria, Danimarca, Slovenia, Bulgaria, Italia) con l'obiettivo di favorire l'integrazione dei migranti.

Per questo in ARTEM ACCESS:

- quando ha luogo uno scambio, entrambe le parti danno e ricevono. Gli Artemiser si prendono del tempo per conoscersi.

- lo scambio di servizi è uno scambio di apprendimento, apprendimento personale, apprendimento culturale ed interculturale.

- la banca del tempo predilige le offerte che le persone propongono in base alle loro competenze piuttosto che le richieste di servizi basate sui loro bisogni.

In ogni paese la partecipazione ad Artem Access è facilitata dalla figura del Responsabile del Punto di Contatto (RPC) che ha il ruolo di supportare il funzionamento della banca del tempo a livello locale e assicurare che i principi ed il codice di condotta vengono rispettati, ma non solo. Esso è una guida che accompagna i membri della comunità a partecipare, ad identificare i loro talenti, le loro abilità e a comunicarli, pubblicando offerte di servizi.

Artem Access include 9 categorie di offerte, ognuna personalizzata da un'icona specifica:

  1. Orto e giardino
  2. Sport e tempo libero
  3. Cura degli animali
  4. Supporto ed accompagnamento alla persona
  5. Comunità e sociale
  6. Arte e cultura
  7. Educazione e apprendimento delle lingue
  8. Informazione, tecnologia e comunicazione
  9. Organizzazione della casa e piccole riparazioni

Il sistema di geolocalizzazione incorporato dà il senso di comunità e vicinanza agli utenti fin dalla loro prima connessione con la banca del tempo.

Il layout grafico si basa su immagini e parole chiave per rendere la piattaforma facile da usare anche per i membri della comunità che potrebbero non avere molta familiarità con gli strumenti web.

ARTEM ACCESS mira a costruire un forte senso di comunità, una comunità inclusiva ed una comunità di apprendimento attraverso il volontariato.

www.artemaccess.eu

 

La Banca del Tempo

Share on Facebook Share on Twitter Epale SoundCloud Share on LinkedIn Share on email