Salta al contenuto principale
Blog
Blog

Sport: uno strumento sovversivo di apprendimento

Il Coordinatore tematico di EPALE, Andrew McCoshan, ha esaminato i progetti co-finanziati da Erasmus+ e ha scoperto molte indicazioni del ruolo dello sport come veicolo dell’apprendimento degli adulti.

Sports in adult learning Projects

 

Il Coordinatore tematico di EPALE, Andrew McCoshan, ha esaminato i progetti co-finanziati da Erasmus+ e ha scoperto molte indicazioni del ruolo dello sport come veicolo dell’apprendimento degli adulti.

 

"Il potere dello sport è semplicemente enorme. Può trasformare la vita alle persone in molti modi. Può migliorare la salute personale, sviluppare la capacità di lavorare in squadra e coinvolgere i giovani più ribelli in attività disciplinate. Lo sport ha anche la capacità di rendere le comunità più unite. Sport come il calcio sono un 'linguaggio universale' comune a tutte le culture, nel quale la disciplina, le regole e le norme sono facilmente comprensibili. Lo sport ha anche il potere di ispirare squadre e singoli individui e di creare un senso di appagamento che si può costruire settimana dopo settimana e anno dopo anno".

Il progetto Erasmus+ Sport for Change racchiude i benefici apportati dallo sport. In che modo questi possono prestarsi alla causa dell’apprendimento? I progetti Erasmus + hanno risposte in tre settori chiave.

Projects with sports in adult learning

 

Lo sport come mezzo per sviluppare le competenze

Innanzitutto i progetti illustrano molto bene il modo in cui lo sport può servire per sviluppare un ampio ventaglio di capacità:

  • Imparare come vivere seguendo uno stile di vita sano è una competenza sottolineata in molti progetti, come ad esempio Lifelong Swimming, anche in relazione ai timori più recenti secondo i quali lo stile di vita moderno non incoraggia l’esercizio fisico, con conseguenti problemi di salute quali l’obesità e le malattie cardiache.
  • I progetti mettono in evidenza anche valori e atteggiamenti sociali e civici che possono essere promossi attraverso lo sport, come la comprensione reciproca tra comunità e il dare un’opportunità a gruppi colpiti dalla discriminazione o che hanno difficoltà a praticare sport, come le persone disabili. Il progetto Chain Reaction evidenzia il concetto di "correttezza nel gioco" mentre il progetto Fair Play A Rule for Life usa la frase "calcio di strada per la tolleranza" per sviluppare capacità nel campo della gestione dei conflitti. She Runs sfrutta lo sport per favorire l'emancipazione delle ragazze.
  • Attraverso lo sport è possibile acquisire molte competenze e capacità trasversali come il lavoro di squadra, la risoluzione dei problemi, la fiducia in se stessi e l’autostima. Lo sport, come nel progetto Sport for All, può fare uscire le persone dalla loro zona di comfort: i progetti costituiscono un ambiente sicuro nel quale gli adulti possono superare la paura di dedicarsi ad attività che non hanno praticato dai tempi della scuola.
  • Si possono acquisire anche competenze professionali. Le competenze utili per l’impiegabilità sono fortemente enfatizzate nel progetto Mobility Opportunities Boosting Investment In Lanarkshire To Inspire VET Learners To Improve Employability And Skills, mentre la conoscenza più approfondita delle opportunità professionali che è possibile ottenere viene sottolineata in LFC Foundation College Programme Enhancement & Exit And Progression Opportunities.

 

Lo sport come strumento di apprendimento sovversivo

Lo sport ha il potere di schiudere l’apprendimento anche alle persone che altrimenti non si impegnerebbero in attività didattiche. In questo senso, possiamo vederlo come una forza sovversiva positiva, che porta le persone a imparare nuove capacità senza accorgersene. Questo è molto evidente nei progetti Erasmus+ che frequentemente si rivolgono ai giovani di contesti svantaggiati che non hanno avuto esperienze positive a scuola, anziani che non partecipano ad attività di apprendimento formale da molti anni e adulti economicamente non attivi. Il progetto Enabled Media osserva che molte persone disabili non conoscono le opportunità che esistono per loro e non sanno che "anche se la disabilità può rendere loro le cose difficili, non le rende impossibili […], le persone disabili possono partecipare, riuscire e provare i sentimenti positivi portati dal raggiungimento di risultati".

I progetti si rivolgono anche a giovani lavoratori, allenatori, volontari e altri che forniscono un sostegno. Come afferma il progetto Sport for Change: "Il volontariato è un modo eccellente per avvicinare e riavvicinare gli adulti all’apprendimento formale e informale. Il lavoro di volontariato fornisce un importante allenamento all’occupazione e un percorso nella forza lavoro. Lo sport e il volontariato nello sport sono riconosciuti come importanti strumenti per coinvolgere i gruppi che si sono allontanati dall’apprendimento formale tradizionale".

 

Lo sport come strumento di apprendimento non formale per eccellenza

Lo sport permette a un’ampia varietà di organizzazioni di partecipare alla pianificazione e all’implementazione dell’apprendimento, compresi non solo gli istituti di istruzione per adulti ma anche organizzazioni non-governative della società civile, club sportivi e istituti di istruzione superiore. La forza dello sport consiste anche in questo, poiché permette alle organizzazioni con un’ampia varietà di capacità e competenze di lavorare insieme.

Dato il positivo ruolo sovversivo dimostrato dalle attività sportive, i metodi di apprendimento non formale sono comuni nei progetti Erasmus+ incentrati sullo sport. I progetti spesso enfatizzano metodi come:

  • Imparare facendo
  • Apprendimento tra pari
  • Discussioni di gruppo
  • Presentazioni
  • Metodi per rompere il ghiaccio
  • Giochi

oltre ad attività che permettono ai partecipanti di riflettere su quello che è successo durante un’attività sportiva, come per esempio un comportamento intollerante.

I progetti basati sullo sport sottolineano le dimensioni mentali e fisiche dell’apprendimento. Il progetto MEMTRAIN collega l’esercizio e l’allenamento del cervello per promuovere l’invecchiamento sano e lo sviluppo della memoria per gli adulti più anziani. Il progetto Promoting Active Engagement In Sports usa il karate tradizionale come metodo per fare esercizio fisico per le persone con più di 55 anni, sottolineando i vantaggi in termini di pazienza, equilibrio, coordinazione, forza, mobilità e autostima.

Lo sport come veicolo di apprendimento offre molte opportunità. Permette alle persone di acquisire capacità attraverso metodi e ambienti non formali e avvicina all’apprendimento persone che potrebbero non prendere mai in considerazione la possibilità di impegnarsi nell'apprendimento formale. Qual è la tua esperienza?


Andrew McCoshan ha lavorato nel campo dell’istruzione e della formazione per oltre 30 anni. Per più di 15 anni ha condotto studi e valutazioni per l’UE e prima svolgeva attività di consulente nel Regno Unito. Andrew è attualmente un ricercatore e consulente indipendente e Senior Research Associate all’Educational Disadvantage Centre presso la Dublin City University in Irlanda.

Login (7)

Vuoi cambiare lingua?

Questo documento è disponibile anche in altre lingue. Puoi selezionarne una qui sotto.

Want to write a blog post ?

Don't hesitate to do so! Click the link below and start posting a new article!

Ultime discussioni

Discussione EPALE: come incrementare l'educazione delle persone adulte con disabilità

Come parte del focus EPALE di Giugno dedicato al tema delle persone con disabilità, vorremmo conoscere i vostri punti di vista su come valorizzare ed incrementare l'educazione degli adulti con disabilità. La discussione è in programma il giorno 8 giugno alle ore 14:00 CEST.
Altro