chevron-down chevron-left chevron-right chevron-up home circle comment double-caret-left double-caret-right like like2 twitter epale-arrow-up text-bubble cloud stop caret-down caret-up caret-left caret-right file-text

EPALE

Piattaforma elettronica per l'apprendimento degli adulti in Europa

 
 

Blog

Storie di studenti: Maggiore sicurezza in se stessi grazie alle qualifiche professionali NVQ

20/03/2017
by NSS UK
Lingua: IT
Document available also in: EN PL FR DE ES NL

/it/file/learner-stories-gaining-confidence-through-nvq-opportunitiesjpgLearner Stories: Gaining confidence through NVQ opportunities.jpg

Learner Stories: Gaining confidence through NVQ opportunities


Approfittiamo delle esperienze di alcuni studenti, raccolte nel libro “Resilience: Stories of Adult Learning”, per mettere a fuoco il ruolo dell’apprendimento permanente e delle attività di alfabetizzazione per adulti, nell’ambito del Focus EPALE di febbraio sui benefici dell'apprendimento in età adulta.

Il volume “Resilience: Stories of Adult Learning” è stato pubblicato e curato dal network britannico per la ricerca e la prassi nel campo dell’alfabetizzazione degli adulti, il RaPAL e dal consiglio australiano per l’alfabetizzazione degli adulti, l’ACAL, con il sostegno del Festival of Learning.

Di seguito riportiamo un estratto da “Resilience: Stories of Adult Learning”, di Tara Furlong e Keiko Yasukawa, adattato per gli scopi e gli usi di EPALE UK.

Margaret Green, Bradford College

Mi chiamo Margaret Green. Ho 52 anni e lavoro come Supply Chain Lead nel reparto Materials Management (approvvigionamenti) presso l’azienda ospedaliera di Calderdale e Huddersfield.

Il mio primo impiego nel Servizio Sanitario Nazionale risale a dieci anni fa, quando mi occupavo del servizio di lavanderia. Dopo due anni, sono riuscita a essere assunta nella farmacia dell’ospedale. Grazie a questo ruolo mi si sono spalancate molte opportunità, tra cui quella di acquisire nuove qualifiche. L’idea mi incuteva molto timore a causa di esperienze passate.

Nel mio caso, si trattava di un apprendistato di livello intermedio in servizi farmaceutici, che prevedeva l’acquisizione di qualifiche NVQ e BTEC, di competenze professionali e abilità di base (inglese e matematica di livello 1). Ho deciso di iscrivermi al programma NVQ per la sua natura pratica, che mi avrebbe consentito di ampliare le mie conoscenze e sentirmi più sicura di me.

Le qualifiche NVQ mi sembravano fare al caso mio anche perché mi era stato detto che per eventuali domande o dubbi mi sarei potuta rivolgere direttamente al mio assessor. Per me questo era un aspetto fondamentale, perché non avevo molta fiducia in me stessa e non ero certa delle mie capacità. Mi rassicurava anche il fatto che non ci sarebbe stato un esame finale e che potevo prendermi tutto il tempo di cui avevo bisogno. Queste modalità di apprendimento andavano incontro alle mie esigenze, visto che a 52 anni non ero a mio agio con l’idea di tornare sui banchi di scuola.

All’inizio tutto quel lavoro al computer mi intimoriva un po’, ma, con la guida della mia assessor, Nicola Crawley, ora ho molta più dimestichezza con il mio PC di casa. Mi sono trovata molto bene con Ecordia, il sistema che ho utilizzato per raccogliere i materiali del corso: è stato semplice conservarli e tornare alle lezioni precedenti. Quest’esperienza mi ha dato il coraggio di candidarmi al ruolo che ricopro attualmente, in cui sono fondamentali il computer e molte conoscenze: in passato non mi sarei ritenuta all’altezza. Credo di aver acquisito davvero tante competenze durante i miei studi per la qualifica NVQ. Gli attestati che ho ricevuto alla fine del corso hanno aperto molte strade.

Impatto a livello personale

L’impatto del corso a livello personale è stato molto positivo. Il feedback dell’assessor è stato davvero incoraggiante: sottolineava sempre che avevo fatto ricerche approfondite. C’è voluto molto impegno per completare il corso ottenendo i risultati desiderati. Non è stato sempre facile. A volte sono scoppiata in lacrime e mi sembrava di non essere all’altezza, ma la mia assessor, Nicola, è sempre stata al mio fianco per rassicurarmi sulla qualità del mio lavoro. Le sue parole incoraggianti mi hanno spinto a non mollare. Mi sono dedicata anima e corpo al corso, che mi ha tenuta occupata la maggior parte delle sere e, nel weekend, dalla mattina alla sera.

La mia famiglia e la mia assessor mi hanno appoggiato tantissimo; sono stati molto pazienti con me durante il corso, e continuano a essere al mio fianco ora che ho assunto il ruolo di Supply Chain Lead. Non mi sarei potuta candidare per questo lavoro se non avessi avuto le necessarie qualifiche. La mia famiglia ha notato che ora sono più sicura di me e sono più a mio agio con lo studio e la ricerca. Ora i miei figli restano a bocca aperta quando mi vedono lavorare al computer!

Il mio nuovo ruolo comporta maggiori responsabilità: ora sono a capo di un team di diciannove persone e lavoro in due sedi diverse. Una delle mie mansioni è la selezione del personale per il nostro reparto. Ricorro alle mie competenze e conoscenze per aiutare i soggetti con scarsa autostima e fiducia in se stessi a superare quest’ostacolo. Ora li incoraggio a riconoscere le proprie abilità, proprio come la mia assessor ha fatto per me.

Sono davvero orgogliosa di me e non vedo l’ora di proseguire questa nuova avventura. Non male per una persona che ha sempre avuto una bassa autostima e poca fiducia in se stessa.

Nel complesso, consiglierei il programma NVQ a chiunque voglia ottenere qualifiche professionali. Aumenta senza dubbio la padronanza del lavoro che si intraprende e la fiducia in se stessi, indipendentemente dall’età o dalle abilità che si crede di possedere. L’aiuto e il sostegno non mancano. Bisogna solo trovare il coraggio di spingersi oltre i propri limiti e accettare il supporto altrui per crescere e proiettarsi verso il futuro.

La versione integrale, comprensiva di un resoconto del tutor di Margaret, è disponibile qui.

Questo articolo è una traduzione dall'inglese

/it/file/resilience-stories-adult-learningpngResilience Stories of Adult Learning.png

Il RaPAL è l’unica organizzazione del Regno Unito che si occupa del ruolo dell’alfabetizzazione nella vita degli adulti. Promuoviamo attività efficaci e innovative per l’insegnamento, l’apprendimento e la ricerca rivolti ai discenti adulti, e sosteniamo i professionisti e i ricercatori che lavorano nell’ambito dell’alfabetizzazione per gli adulti. Partecipiamo con entusiasmo a numerosi dibattiti incentrati sulla lingua inglese e sull’alfabetizzazione, sulle capacità aritmetiche e digitali, coinvolgendo famiglie, comunità e aziende. Siamo attivi in Europa e abbiamo referenti in tutto il mondo. Operiamo tramite i nostri soci, le nostre pubblicazioni digitali, le nostre conferenze e i nostri forum, nonché tramite la formulazione di politiche e attività di sostegno. Descriviamo in maniera trasparente la nostra offerta e le modalità per partecipare alle nostre attività.

Share on Facebook Share on Twitter Epale SoundCloud Share on LinkedIn
  • Ritratto di Beata Ciężka

    Znam wiele takich pozytywnych historii. Znamienne jest w nich to, jak  wzrost kompetencji zawodowych wpływa na wzmocnienie poczucia własnej wartości i odzyskiwania kontroli nad własnym życiem. Zaskakujące, ale zauważyc można również zmiany w wyglądzie zewnętrzym - pojawia się większa dbałość o staranne uczesanie, ubranie, a nawet dyskretny makijaż. Sama nabieram wtedy przekonania, że moja praca w takich projektach ma sens.