Blog
Blog

L’apprendimento di una lingua deve sempre essere un divertimento, a qualunque età!

Il fattore più importante nello studio di una lingua straniera è divertirsi. In una classe di discenti adulti, tutti collaborano tra loro, imparano a conoscersi e ad accettarsi e ciò migliora le loro capacità linguistiche e la fiducia in se stessi.

Language learning is fun for all, whatever your age!.

Da quando ho iniziato a insegnare, a metà degli anni ‘70, mi è sempre piaciuto tenere corsi di lingue per discenti adulti. I discenti si iscrivono volontariamente; sono “lì per imparare” e apprezzano la magia del comunicare con qualcuno che è “altro da sè”, un segno di rispetto non solo per la lingua, ma anche per la cultura. E ovviamente, in un mondo sempre più globalizzato, molti dei discenti hanno parenti anche acquisiti o amici in altri Paesi.  Essi hanno compreso che la prossima generazione sarà perlomeno bilingue, con l’influenza predominante della lingua del Paese in cui vivono.

La lingua va parlata, cantata, ascoltata e vissuta divertendosi. L’apprendimento delle lingue deve tradursi in divertimento. Forse il metodo tradizionale di insegnamento delle lingue, ponendo troppa enfasi sulla grammatica e sulla scrittura, fa sentire i discenti più anziani inadatti ad apprendere. Ma con questo punto non vorrei essere frainteso! I miei insegnanti seguivano un metodo abbastanza tradizionale, ma io ritengo che per sostenere meglio gli sforzi dei discenti sia necessario trovare un giusto mix di approccio comunicativo e di “scoperta” della grammatica.

Quale formula funziona meglio per ciascuno e per il discente adulto?

Per tornare alla solida formazione che ho ricevuto nel campo dell’insegnamento delle lingue, ritengo che la ripetizione corale sia sempre un ottimo punto di partenza. Questo metodo aiuta tutti a mettersi in gioco, senza sentirsi troppo esposti. La ripetizione consente di rivedere il vocabolario e le strutture linguistiche e favorisce la memorizzazione dei vocaboli quando il cervello è stanco.

Modelli di scoperta

Per i discenti di qualsiasi età è importante “scoprire” piano piano le strutture grammaticali, anziché ricevere in un’unica soluzione tutte le regole, ancora prima di aver potuto far pratica con la lingua in questione.  Quando un discente adulto esercitando l’ascolto impara per esempio a riconoscere le differenze tra maschile o femminile e lavorando su testi scritti impara a riconoscere una struttura dall’ortografia, così facendo allena la mente a esplorare ulteriori strutture.

Non appena iniziamo ad apprendere una lingua, abbiamo voglia di usare diversi tempi verbali, principalmente per parlare del passato. Molti adulti ricordano con un certo grado di sofferenza le loro esperienze di apprendimento mnemonico di lunghi elenchi di paradigmi di forme e tempi verbali, con le regole e le immancabili eccezioni. Con i discenti adulti è utile costruire un archivio di utili costruzioni verbali, cui possono aggiungere gli infiniti di sintagmi verbali. Così facendo possono parlare facilmente al presente, al futuro e al passato.

Leggere ad alta voce

Per rafforzare il processo di apprendimento e per rispondere alle diverse modalità con cui ciascuno apprende, può rivelarsi utile far ricorso a schede con sintagmi verbali e vocaboli o frasi utili, collegate all’argomento che si sta trattando, il tutto con l’obiettivo di colmare il divario tra linguaggio comunicativo e metodo di apprendimento più tradizionale. I discenti adulti vedono le parole e le frasi sulle schede e costruiscono insieme delle frasi. Leggendo le frasi che ciascuno ha saputo formulare, viene proposto un esercizio di ascolto per gli altri discenti; il supporto scritto viene poi gradualmente messo da parte, man mano che le frasi fisse vengono memorizzate.

La costruzione di frasi è un metodo semplice ed efficace per ampliare le risposte. I discenti partono da un sintagma verbale che ricordano e viene loro chiesto di aggiungere “dove”, “quando” e “con chi”. Con l’ampliamento delle competenze, le frasi iniziano a diventare più complesse, aggiungendo una frase con “come” o “perché”.

L’impiego di supporti audiovisivi rende più efficace l’apprendimento linguistico

L’impiego di supporti audiovisivi scelti tra la vasta pletora di materiali pubblicati su Internet, o l’ausilio delle fidate carte mnemoniche (flashcard), consente di rafforzare il significato e il suono delle parole. Per finire, mi piace puntare su un’attività che chiamo il “detective di parole”. In questa attività fornisco ai discenti un testo abbastanza denso e chiedo loro di cerchiare le singole parole o le frasi che riconoscono. Il testo solitamente è collegato all’argomento che si sta trattando, ma vanno benissimo anche le previsioni del tempo.

Il fattore più importante nello studio di una lingua straniera è divertirsi. In una classe di discenti adulti, tutti collaborano tra loro, imparano a conoscersi e ad accettarsi e ciò migliora le loro capacità linguistiche e la fiducia in se stessi. A volte riescono a esprimersi correttamente, altre volte in maniera meno fluida! Una cosa è certa: quando dovranno fare i conti con un madrelingua francese e il suo fiume in piena di parole, beh... allora sarà tutta un’altra storia!

Questo articolo è una traduzione dall'inglese

Autore:

Walker Ewart.

Walker Ewart ha insegnato francese e spagnolo per 23 anni presso la Belfast High School, prima di entrare nell’Education and Training Inspectorate. Prima di andare in pensione ad agosto 2012, ha ricoperto la carica di Managing Inspector, responsabile del programma Youth, Cross-community work and Culture, Arts and Leisure.  Dopo la pensione ha collaborato come consulente freelance per Learnspark. Partecipa da 18 anni a festival nazionali di teatro amatoriale in Irlanda e Scozia, in veste di giudice. Nel 2012 gli è stato conferito il prestigioso Ordine dell'Impero Britannico (OBE) per i meriti nel settore dell’istruzione.

Login (6)
Etichette

Vuoi cambiare lingua?

Questo documento è disponibile anche in altre lingue. Puoi selezionarne una qui sotto.
Switch Language

Want to write a blog post ?

Don't hesitate to do so! Click the link below and start posting a new article!

Ultime discussioni

Discussione EPALE: come incrementare l'educazione delle persone adulte con disabilità

Come parte del focus EPALE di Giugno dedicato al tema delle persone con disabilità, vorremmo conoscere i vostri punti di vista su come valorizzare ed incrementare l'educazione degli adulti con disabilità. La discussione è in programma il giorno 8 giugno alle ore 14:00 CEST.
Altro