chevron-down chevron-left chevron-right chevron-up home circle comment double-caret-left double-caret-right like like2 twitter epale-arrow-up text-bubble cloud stop caret-down caret-up caret-left caret-right file-text

EPALE

Piattaforma elettronica per l'apprendimento degli adulti in Europa

 
 

Blog

Il progetto Erasmus+ DiM, alla scoperta di altri linguaggi per la valorizzazione del nostro patrimonio comune

13/02/2019
by Elena Bellinetti
Lingua: IT

Tutti noi abitiamo quotidianamente il nostro linguaggio, lo popoliamo di nuovi termini quando percorrendone i confini ci accorgiamo di aver bisogno di una nuova definizione, ci arricchiamo praticandolo e scambiando attraverso di esso informazioni e saperi.

Il progetto DiM, partito ad Ottobre del 2018, è un progetto Erasmus+ per l’educazione degli adulti che guarda proprio ai linguaggi come ad un’inesauribile risorsa culturale, uno specchio del mondo o di una fetta di mondo che a volte ci arriva frammentaria e lontana con i suoni esotici dei linguaggi che non sappiamo decifrare. Molto spesso nel nostro lavoro ci troviamo infatti in difficoltà quando siamo di fronte a studenti poco scolarizzati che parlano lingue a noi sconosciute e che non possiedono alcuna altra lingua di contatto.

Il progetto DiM mira a creare una piattaforma multimediale con una raccolta linguistica di dati provenienti dalle lingue dei nostri studenti, ovvero da chi, a seguito di una viaggio migratorio, cerca di abitare un nuovo linguaggio e di ricostruire attraverso di esso una nuova identità culturale che gli permetta d’interagire in modo più libero e concreto all’interno della società e di poter in questo modo sviluppare al meglio un nuovo progetto di vita.

L’intento del progetto non è solo quello di produrre un oggetto utile e duttile, specificatamente pensato per l’insegnamento della lingua, ma anche quello di valorizzare il patrimonio culturale dei nostri studenti e di renderli collaboratori attivi nella creazione di una didattica sempre più personalizzata.

A questo progetto collaborano associazioni e istituzioni che lavorano nell’ambito dell’insegnamento ad adulti a Cipro - IMS Research & Development Center -, Malta - FUTURE FOCUS Ltd, in Scozia - 36,6 Competence Centre , Grecia - Active Citizens Partnership e tre Cpia italiani: Avellino che è scuola capofila, ideatrice e prima promotrice del progetto assieme con Benevento e poi Ravenna.

Il primo incontro internazionale del progetto DiM si è tenuto proprio ad Avellino nelle giornate del 28, 29 e 30 Ottobre 2018 e ha dato avvio ai lavori di selezione delle lingue da raccogliere: un primo campione di dati linguistici è già stato inviato al Cpia di Avellino che avrà il compito di realizzare la piattaforma on-line con tutti i dati selezionati nei vari paesi.

Il primo impatto della raccolta dati è stato davvero positivo: tutti gli studenti coinvolti si sono mostrati davvero entusiasti di poter dare informazioni sulla propria lingua madre e di trovarsi in un qualche modo nel ruolo d’insegnanti.

Già dal prossimo anno sarà possibile iniziare una sperimentazione interna della piattaforma con la quale indagare le possibili applicazioni di questo strumento all’interno delle nostre classi per una didattica sempre più interattiva.

Il prossimo incontro di confronto avverrà a metà maggio preso il CPIA di Ravenna, restiamo dunque in curiosa attesa dei risultati che seguiranno.

Share on Facebook Share on Twitter Epale SoundCloud Share on LinkedIn