chevron-down chevron-left chevron-right chevron-up home circle comment double-caret-left double-caret-right like like2 twitter epale-arrow-up text-bubble cloud stop caret-down caret-up caret-left caret-right file-text

EPALE

Piattaforma elettronica per l'apprendimento degli adulti in Europa

 
 

Blog

Una tabella di marcia europea per le competenze professionali di base

01/09/2017
by Alex Stevenson
Lingua: IT
Document available also in: EN ET DA HU DE FR ES PL RO SL LT LV CS HR

/it/file/european-roadmap-work-related-basic-skillsEuropean Roadmap Work-related Basic Skills

European Roadmap Work-related Basic Skills

 

Alex Stevenson, direttore di inglese, matematica ed ESOL presso l’Istituto nazionale di apprendimento e lavoro in Inghilterra e Galles, ha parlato dei problemi del basso livello di competenze di base che inibisce l’apprendimento sul posto di lavoro.

 

La formazione sul lavoro come strumento per incoraggiare l’apprendimento degli adulti

Si stima che un adulto su cinque in Europa abbia scarse competenze di alfabetizzazione – circa 55 milioni di persone di età compresa tra i 15 e i 65 anni. Questo non solo crea loro difficoltà a trovare o mantenere un lavoro, fa aumentare anche il rischio per loro di povertà ed esclusione sociale e limita le opportunità di partecipazione culturale e politica, l’apprendimento continuo e la crescita personale. E non è una semplice questione di abilità di lettura. Oggi tutta una serie di attività personali, professionali e sociali è mediata dalla tecnologia e questo mette le abilità digitali e di alfabetizzazione al centro di tutto, dal trovare lavoro a tenersi in contatto con gli amici. I tassi di partecipazione al tipo di apprendimento che aiuta gli adulti a sviluppare queste abilità varia considerevolmente tra diversi paesi dell’UE, ma generalmente tassi bassi di partecipazione costiuiscono una sfida. In Inghilterra, per esempio, la partecipazione alla fornitura di alfabetizzazione e apprendimento del calcolo è scesa di circa il 25 % negli ultimi cinque anni.

Recentemente, è cresciuto l’interesse tra i politici dell’UE e nazionali verso il ruolo che l’apprendimento sul posto di lavoro può avere per aiutare ad affrontare la richiesta a livello europeo di migliori competenze di base. I fatti suggeriscono che le politiche che sostengono la fornitura di formazione sul lavoro possono motivare gli adulti a partecipare all’apprendimento e incoraggiare i datori di lavoro a formare e istruire gli impiegati. Il posto di lavoro è un ambiente naturale per l’apprendimento – nella maggior parte dei posti di lavoro infatti avviene già una grande quantità di apprendimento informale. Le opportunità di imparare al lavoro, in particolare quando c’è la prospettiva di un lavoro migliore o più sostenibile, possono incoraggiare la partecipazione a un apprendimento più formale, attività di formazione e opportunità di sviluppo di competenze. Questo vale in particolare per gli adulti che magari non hanno intenzione di tornare a studiare.

 

Il progetto STRAIGHTEN Basic Skills

Competenze di base scarse però possono inibire la partecipazione all’apprendimento e alla formazione sul posto di lavoro e per molti limitare le prospettive di occupazione in generale, oltre all’abilità di partecipare a formazione professionale. Quindi per aiutare gli adulti ad accedere al tipo di abilità tecniche e formazione di più alto livello che va a vantaggio dei datori di lavoro, migliora la produttività e sostiene l’economia più in generale, c’è anche bisogno di creare percorsi di progresso efficaci che soddisfino le esigenze dei singoli per quanto riguarda le competenze di base, sia per gli adulti che cercano lavoro che per chi è già nel mondo di lavoro. Questo avrebbe il vantaggio non solo di soddisfare la richiesta di competenze di base e sostenere il progresso verso altre opportunità di apprendimento e un lavoro migliore, ma anche di liberare le potenzialità del posto di lavoro come luogo naturale per l’apprendimento.

Il progetto STRAIGHTEN Basic Skills ha esaminato tali questioni negli ultimi tre anni. Finanziati da Erasmus+, sei partner del progetto rappresentanti Austria, Francia, Germania, Norvegia, Romania e Regno Unito, hanno collaborato per studiare politiche e pratiche efficaci per le abilità di base professionali. All’inizio del progetto, abbiamo condiviso il nostro primo risultato, un riassunto degli “indicatori di successo” o presupposti per politiche e pratiche efficaci per le competenze di base professionali. Negli ultimi due anni, abbiamo esaminato la situazione nei paesi partner e abbiamo tenuto un evento di formazione internazionale in Romania che ha riunito oltre venti professionisti e formatori per condividere i loro approcci sull’insegnamento, l’apprendimento e la formazione riguardo alle competenze di base professionali.

I partner adesso hanno concluso il loro lavoro con il risultato finale del progetto – una “tabella di marcia europea” per le competenze di base professionali. Oltre a riassumere le principali lezioni del progetto, mette in luce modi che possono essere usati dai responsabili delle politiche, dai fornitori e dai professionisti per portare avanti e sviluppare le competenze di base sul posto di lavoro. Tra questi ci sono:

  • Sviluppare quadri nazionali, finanziamenti sostenuti e una definizione chiara delle competenze di base - queste forniscono un ambiente che permette agli enti formativi di sviluppare un’offerta chiara per i datori di lavoro.
  • Professionalizzazione dei formatori – l’insegnamento e apprendimento efficace di competenze di base professionali è orientata verso il posto di lavoro e usa approcci rilevanti, per es. integrare l’apprendimento nelle attività lavorative.
  • Coinvolgimento di tutte le parti interessate – le competenze di base professionali richiedono una stretta collaborazione tra gli enti formatori e i datori di lavoro e tra professionisti e impiegati / studenti, per adattare il contenuto in modo che soddisfi tutte le esigenze delle parti coinvolte.

Per saperne di più sul progetto e vedere i risultati, consultare il sito web di STRAIGHTEN Basic Skills.


Alex Stevenson è direttore di inglese, matematica ed ESOL presso l’Istituto nazionale di apprendimento e lavoro, Inghilterra e Galles.

Share on Facebook Share on Twitter Epale SoundCloud Share on LinkedIn
  • Ritratto di Edgars Roslovs

    Darba vietas, kas nodrošina zināšanu ieguvi ir ne vien tikai rīks, kas veicina pieaugušo mācīšanos, bet arī biznesa ilgtspējas un ekonomiskās situācijas indikators. Tas norāda par uzņēmuma interesi uz attīstību un nodrošina darbinieku karjeras izaugsmi.