chevron-down chevron-left chevron-right chevron-up home circle comment double-caret-left double-caret-right like like2 twitter epale-arrow-up text-bubble cloud stop caret-down caret-up caret-left caret-right file-text

EPALE

Piattaforma elettronica per l'apprendimento degli adulti in Europa

 
 

Blog

Valutazione dell’impatto - Raggiungimento della sostenibilità

04/10/2016
di Jonny Lear
Lingua: IT
Document available also in: EN FR DE PL ES

“Sì, ma che impatto avete avuto?”

Quando i responsabili di progetti e programmi cercano di elencare i pregi e le virtù dei loro ultimi progetti, ricevono in tutta risposta questa semplice domanda. Una domanda più che lecita, anche se sentirsela ripetere un po’ troppo spesso può essere sconfortante. In fondo quanti interlocutori vi credono sulla parola quando proclamate che il vostro progetto è fantastico e che è la soluzione giusta per i loro problemi? Quali solide evidenze siete in grado di portare a supporto delle vostre dichiarazioni?

Dal nostro punto di osservazione, come Agenzia Nazionale Erasmus+ per il Regno Unito, possiamo confermare che il problema della valutazione concreta dell’impatto è molto diffuso tra i nostri beneficiari. È essenziale che il personale responsabile di un progetto sia in grado di dimostrare i vantaggi delle attività che conduce a dirigenti e colleghi della sua stessa organizzazione e ai partner del progetto. Di questi tempi i finanziatori, come requisito per l’erogazione di fondi, chiedono solidi dati di fatto a supporto delle dichiarazioni riguardo il successo e l’impatto di un progetto. Avere a disposizione tali dati di fatto può fare la differenza, consentendo il mainstreaming delle attività o dei risultati e garantendo la loro sostenibilità anche all’esaurirsi delle sovvenzioni iniziali. 

L’Agenzia Nazionale del Regno Unito, insieme alle Agenzie Nazionali di numerosi altri Paesi, ha riconosciuto le difficoltà riscontrate da molti nostri beneficiari e aspiranti tali nello stabilire l’impatto che intendono esercitare e nel valutare come misurarlo. Lo strumento Impact+ Exercise da noi sviluppato mira proprio ad aiutarli in tal senso, contribuendo altresì al miglioramento della comprensione generale dell’impatto di Erasmus+.

/it/file/uk-e-impact-workshopjpgUK E+ Impact Workshop.jpg

UK E+ Impact Workshop


Si tratta di uno strumento mirato per i progetti di partnership, che aiuta gli operatori a identificare il loro previsto impatto, a sviluppare alcuni indicatori realistici e a proporre alcune fonti di dati affidabili. Lo strumento Impact+ Exercise è solo la base da cui partire per la valutazione dell’impatto. Vi sarà ancora molto lavoro da fare, ma a volte l’inizio è la parte più difficile.

Volevamo inoltre rendere sostenibile lo strumento Impact+ Exercise. Per farlo abbiamo volutamente verificato che il nostro strumento non fosse esclusivamente pertinente al progetto Erasmus+, ma che i suoi principi fossero trasferibili a progetti supportati da sovvenzioni europee, nazionali o regionali.

Dato che prevede un processo di analisi dell’impatto, questo strumento può essere applicabile praticamente a qualsiasi progetto per i giovani, le comunità, l’istruzione o la formazione.  Lo abbiamo persino concepito in modo che non debba essere utilizzato esclusivamente per esercitazioni di gruppo, ma anche individualmente.  Vi sono parti che non vi soddisfano?  Modificatele! Lo strumento è flessibile e può essere modellato in base alle vostre esigenze.    

Cosa aspettate? Iniziate a valutare l’impatto delle vostre attività, scaricando i materiali dello strumento Impact+ Exercise

Questo articolo è una traduzione dall'inglese

/it/file/steven-murrayjpgSteven Murray.jpg

Steven Murray


Autore:

Steven Murray

Steven Murray è responsabile della valutazione dell’impatto del programma Erasmus+ nel Regno Unito per conto dell'Agenzia Nazionale Erasmus+.

Share on Facebook Share on Twitter Epale SoundCloud Share on LinkedIn