chevron-down chevron-left chevron-right chevron-up home circle comment double-caret-left double-caret-right like like2 twitter epale-arrow-up text-bubble cloud stop caret-down caret-up caret-left caret-right file-text

EPALE - Elektroniczna platforma na rzecz uczenia się dorosłych w Europie

Newsroom

I partenariati Sport di piccola scala. Nuove possibilità per le associazioni sportive

17/03/2016
by Alessandra Cecc...
Tungumál: IT

A inizio marzo si è tenuto a Bruxelles un Infoday di Erasmus+ del settore Sport per informare sulle principali novità contenute nel bando 2016. Lo Sport è un programma recente per Erasmus+, entrato in vigore nel 2014, è legato agli obiettivi politici di promozione dei valori dello sport per l'inclusione sociale e lo sviluppo personale, ed è gestito completamente dall’EACEA (Agenzia esecutiva per l'istruzione, gli audiovisivi e la cultura). Si tratta di un programma ambizioso dal punto di vista del budget ed evoluto: ogni anno cambiano le priorità (grazie al dialogo con gli stakeolder) e la Commissione investe un budget annuale per finanziare attività di varia natura. Il budget stanziato per il 2016 è di 34,1 milioni di euro destinati a finanziare le seguenti azioni:

  • partenariati di collaborazione;
  • partenariati di collaborazione di piccola scala;
  • eventi sportivi europei senza scopo di lucro.

/it/file/sportinfoday-erasmusjpg-0sportinfoday-erasmus.jpg

La novità del 2016 è che la Commissione europea ha introdotto la selezione dei piccoli progetti per meglio promuovere lo sport di base (partenariati di piccola scala).

I partenariati di collaborazione di piccola scala sono progetti innovativi che intendono:

  • incoraggiare l’inclusione sociale e le uguali opportunità nello sport, promuovere la tradizione degli sport e dei giochi europei;
  • promuovere la tradizione degli sport e dei giochi europei;
  • sostenere la mobilità di volontari, allenatori, dirigenti e staff delle organizzazioni sportive non-profit;
  • proteggere gli atleti, soprattutto i più giovani, dai rischi sulla salute e sulla sicurezza aumentando le condizioni degli allenamenti e la competizione.

I partenariati di collaborazione di norma possono coprire una vasta gamma di attività, come ad esempio:

  • sviluppo, promozione, individuazione e condivisione di buone pratiche;
  • preparazione, sviluppo e attuazione di moduli e strumenti per il settore dell'istruzione e della formazione;
  • creazione di reti;
  • ecc.

Le attività possono essere svolte per un arco di tempo di 12, 18 o 24 mesi.

Chi può partecipare? I partenariati di collaborazione di piccola scala sono aperti a ogni tipo di istituzione pubblica o organizzazione non a scopo di lucro attiva nel settore dello sport e dell'attività fisica.

Per costituire un partenariato di collaborazione di piccola scala devono essere coinvolte almeno tre organizzazioni di tre diversi paesi aderenti al Programma.

 

Scadenza 2016

12 maggio ore 12 (mezzogiorno, ora di Bruxelles) per i progetti che iniziano tra il 1° gennaio dell’anno seguente.

Sovvenzione massima concessa: 60 000 EUR (isl finanziamento copre al massimo l'80% dei costi ammissibili totali)

Costi ammissibili: personale, costi di viaggio e di soggiorno, attrezzature ecc.

 

Tutte le informazioni sui Partenariati Sport di collaborazione di piccola scala sono contenute nella Guida Erasmus+ 2016 (pp. 261)

 

 

Sintesi realizzata con il contributo di Pietro Michelacci, Agenzia Erasmus+ Indire

 

 

Altri link:

- Documentazione ufficiale sul sito dell'EACEA

 

 

Share on Facebook Share on Twitter Epale SoundCloud Share on LinkedIn