chevron-down chevron-left chevron-right chevron-up home circle comment double-caret-left double-caret-right like like2 twitter epale-arrow-up text-bubble cloud stop caret-down caret-up caret-left caret-right file-text

EPALE - Elektroniczna platforma na rzecz uczenia się dorosłych w Europie

Blog

Problemi di alfabetizzazione, loro impatto e come possiamo aiutare

26/02/2020
by Lucia Iacovone
Tungumál: IT
Document available also in: EN GA

Tradotto dall'originale inglese

Lo scopo di questo blog è l'alfabetizzazione e alcuni degli effetti sociali della mancanza di alfabetizzazione, insieme ad alcune possibili soluzioni e risorse che possiamo usare per migliorare l'alfabetizzazione nella popolazione in generale.

L'alfabetizzazione è la capacità di lettura, scrittura e numerazione per essere in grado di svolgere attività quotidiane, per raggiungere obiettivi, potenzialmente sviluppare le proprie conoscenze, per essere parte attiva della propria vita ed essere un membro paritario della società, comportando conseguenze anche sulla capacità di comprendere e ricevere informazioni. A questo punto ci chiediamo, perché ci sono così tante persone in Irlanda che vivono con problemi di alfabetizzazione?

Uno su sei adulti irlandesi di età compresa tra 16 e 64 anni (521.550 persone) trova difficile leggere ed eseguire attività quotidiane come leggere le istruzioni farmacologiche, volantini ed orari degli autobus. Uno su quattro (754.000 persone) ha difficoltà ad usare la matematica nella vita di tutti i giorni in aree come addizione, sottrazione, divisione e moltiplicazione.

Problemi di alfabetizzazione possono anche causare difficoltà nell'uso efficace della tecnologia, il che rappresenta una sfida crescente man mano che transitiamo in un mondo più digitale. Dobbiamo affrontare questa questione con ogni mezzo possibile che incoraggi le persone a non vergognarsi di qualcosa di cui non hanno colpa. Una volta raggiunto questo obiettivo saranno in grado di diventare membri attivi della società e iniziare ad affrontare questioni quali esclusione sociale e povertà in maniera più efficace.

Dobbiamo informare le persone con difficoltà dall’aiuto disponibile per ogni situazione e incoraggiare aziende, programmi televisivi, stazioni radio, social media, giornali a spargerne la voce.

Come si evince dalle statistiche di cui sopra, il numero di adulti con problemi di alfabetizzazione è incredibilmente alto rispetto al resto d'Europa. Il tasso di adulti (tra i 16 e i 65 anni) con problemi di alfabetizzazione in Irlanda è del 17,5%, in Svezia è del 13% e in Finlandia solo del 10%. Per coloro che lavorano nel campo dell'istruzione superiore è quasi scontato che un'alta percentuale dei nostri studenti avrà problemi di alfabetizzazione. Per soddisfare pienamente le loro diverse esigenze non è sufficiente lavorare solo sulle competenze di base, ma dobbiamo anche comprendere i nostri studenti in maniera olistica: qualcosa o qualcuno ha proibito loro di acquisire comeptenze base. Questi motivi sono diversi ed includono:

  • Povertà
  • Contesto socioeconomico
  • Età
  • Esperienze scolastiche traumatiche
  • Bisogni speciali (diagnosticati e non)
  • Mancanza di opportunità

 

Ma le conseguenze sono le stesse:

Conseguenze emotive; vergogna, imbarazzo, sentirsi inadeguati, scarsa autostima, fiducia e paura. Quest’ultima può, inoltre, portare a nascondere la carenza di competenze base.

Impatti sulle attività quotidiane; problemi di alfabetizzazione possono portare a difficoltà nella lettura di indicazioni e cartelli, orari, ricette, ingredienti, fare liste, seguire le istruzioni di montaggio, leggere messaggi di testo, e-mail, eseguire prenotazioni, ordini online o bancari, solo per citarne alcuni.

Maggiore impatto sulla vita in generale; incapacità di assistere i bambini con i compiti scolastici, ansia sociale, candidarsi per una promozione, cambio di carriera, documenti importanti e moduli sono tutti resi molto più difficili e possono causare l'incapacità di gestire la propria situazione finanziaria, per non parlare del fatto che può causare meno autonomia nella vita quotidiana.

Non sempre possiamo conoscere il background dei nostri studenti, ma se riusciamo a capire in maniera compassionevole, come le loro vite sono influenzate possiamo creare un ambiente di apprendimento favorevole alle loro esigenze.

L'ETB (Educational training board) di Dublino ha condotto un programma di formazione incaricando gli educatori, prima di lavorare con gli studenti, di trascorrere una giornata facendo attività normali senza usare le loro competenze base. È un'esperienza profonda e umiliante da provare, provoca empatia e sicuramente da questo momento in poi non si darà mai più per scontata l'alfabetizzazione.

Per aiutarci ad insegnare la lettura, scrittura e matematica possiamo fare uso di una serie di risorse ed esercizi. Ad esempio, l'app “Addiquiz” è un'applicazione per telefono interattiva con lavagna e funzione di trascinamento che lo studente può utilizzare per risolvere somme semplici in modo intuitivo e di facile comprensione. Altre applicazioni utili includono “bubble maths!”, un gioco online che rende l'apprendimento della matematica una routine più divertente invece di renderla eccessivamente accademica.

Ci sono anche siti web che noi, come tutor, possiamo utilizzare. NALA (Agenzia Nazionale Alfabetizzazione degli Adulti), ad esempio, gestisce un sito web che include attività online per migliorare ortografia, calcolo, lettura, scrittura e altri settori di alfabetizzazione. NALA stessa ha un sito web che include informazioni, risorse e servizi dedicati al miglioramento dell'alfabetizzazione in Irlanda attraverso strumenti accademici e online.

In conclusione, lo scopo di questo blog era di attirare l'attenzione sul problema dell'alfabetizzazione in Irlanda, dell’impatto che questo può avere sulla vita di un individuo sia socialmente che emotivamente e delineare alcune potenziali risorse per aiutare a migliorare l'alfabetizzazione quando si lavora con studenti.

 

di Jake Walsh

Share on Facebook Share on Twitter Epale SoundCloud Share on LinkedIn