chevron-down chevron-left chevron-right chevron-up home circle comment double-caret-left double-caret-right like like2 twitter epale-arrow-up text-bubble cloud stop caret-down caret-up caret-left caret-right file-text

EPALE

EPALE A felnőttkori tanulás elektronikus európai platformja

 
 

Hírek

Trasformare la scuola con Erasmus Plus

18/06/2018
Nyelv: IT

Trasformare la scuola è possibile?

Da settembre 2017, l'Associazione Euphoria (http://www.euphorianet.it/) è coinvolta nel progetto Erasmus Plus School Transformation Lab - every sudent got talent, coordinato dal partner belga Ecole du Dialogue. 

Dopo quasi un anno di lavoro, ricerche, coaching in classe e incontri in Belgio e Grecia siamo pronti a coinvolgere anche le scuole italiane che fossero interessate a formarsi al nuovo metodo proposto.

Partiamo però dall’inizio e iniziamo a vedere perchè potreste essere interessati a partecipare alle nostre attività di progetto. Vi siete mai posti queste domande?

-Come posso aumentare il rendimento scolastico dei miei alunni?

-Come posso adattare le mie lezioni alle diverse esigenze e capacità di apprendimento dei miei studenti?

-Come posso aumentare le capacità relazionali dei miei studenti?

-Come posso sviluppare delle competenze chiave negli studenti, come l’autonomia, l’imprenditorialità, la creatività?

-Come posso essere meno stressato?

Troverete le prime risposte a queste domande in questo video di presentazione:

https://www.youtube.com/watch?v=6txsUyjEfIc&feature=youtu.be

Perchè ci stiamo così tanto appassionando a questo progetto? Perchè siamo all’interno di un metodo sperimentale, nato dall’esperienza ventennale del nostro coordinatore John Rizzo, che si è mosso all’interno del campo della formazione degli adulti per poi passare alle scuole, in un viaggio condito di ricerche sulla neuroscienza e sulla comprensione di come il nostro cervello rielabora le informazioni.

Applicare il metodo è abbastanza semplice nei suoi passaggi, e a tal proposito stiamo creando una guida per aiutare gli insegnanti nella sua applicazione.

Lo sforzo principale è a monte, cioè nel decidere di applicarlo e nell’assecondare i principali cambi di prospettiva che prevede:

-il cambiamento del ruolo dell’insegnante, che da dispensatore di informazioni diventerà il facilitatore dell’apprendimento dei ragazzi;

-il cambiamento della struttura della classe: non più banchi disposti davanti all’insegnante, ma una disposizione che permetta ad ognuno di lavorare indipendemente e insieme, quando necessario e quando ne sentono la necessità.

-il cambiamento dell’organizzazione della lezione: non più ore di spiegazione, ma ore di studio e di apprendimento, grazie ad attività scelte dai ragazzi e facilitate dagli studenti e dall’insegnante.

Vi assicuriamo che è più difficile a dirsi che a farsi, guardando il funzionamento reale delle classi che stanno applicando il metodo noterete che la capacità di adattamento degli alunni e degli insegnanti è rapida e semplice. Scoprirete con noi che trasformare la scuola non è solo possibile, ma è anche divertente e ricco di soddisfazioni. Il metodo tra l'altro è applicabile a tutti gli ordini di scuola, dalla scuola dell'infanzia alla scuola per adulti.

La struttura di base del metodo è la seguente:

-la lezione inizia non più spiegando il capitolo, ma dando agli alunni degli obiettivi di apprendimento con relativi test. I test in questo caso non sono più da considerare solamente come il momento di verifica, ma come lo strumento per far apprendere i capitoli delle lezioni. Fondamentale è capire che non bisognerà stravolgere i propri curricula, che come è risaputo, sono fissi e stabiliti a livello nazionale.

-Sulla base dei test, gli studenti potranno scegliere come apprendere: dal libro, da internet, chiedendo informazioni aggiuntive agli insegnanti, chiedendo aiuto ai propri amici studenti.

-Gli studenti che si sentiranno pronti di volta in volta potranno richiedere di essere verificati e quindi di svolgere realmente il test. A questo punto l’insegnante dovrà somministrare in maniera random il test ai propri studenti.

-Ogni volta che uno studente supera il test, potrà proseguire con il capitolo successivo, o riprovare qualora qualcosa non fosse ancora chiaro.

Nella classe potranno esserci persone al capitolo 3, alcune al capitolo 5 e altri che avranno addirittura finito l’intero programma, e che saranno pronti o ad aiutare gli altri o a svolgere delle attività integrative per le quali in passato non avevano il tempo necessario.

Questo è il sistema riassunto in poche righe.

Stiamo costruendo dei materiali per fare in modo che ogni insegnante possa essere coinvolto e che per ora sono contenuti in questo sito: http://ecoledudialogue.be/SchoolTransformationLab/

In questa fase di progetto vorremmo coinvolgere delle scuole che siano realmente intenzionate ad appassionarsi insieme a noi a trasformare la scuola. Le scuole selezionate verranno con noi a Bruxelles per vedere dal vivo le attività della scuola Ecole Du Dialogue.

Per maggiori informazioni e partecipare alle attività contattateci alla mail: info@euphorianet.it

Per maggiori informazioni sul progetto visitate i siti http://www.euphorianet.it/talent-lab-ka2-strategic-partnership/http://ecoledudialogue.be/SchoolTransformationLab/

 

Share on Facebook Share on Twitter Epale SoundCloud Share on LinkedIn