chevron-down chevron-left chevron-right chevron-up home circle comment double-caret-left double-caret-right like like2 twitter epale-arrow-up text-bubble cloud stop caret-down caret-up caret-left caret-right file-text

EPALE

Plataforma electrónica dedicada a la enseñanza para adultos en Europa

 
 

Sala de prensa

Aspettando il Black Christmas di Acuarinto! “Giovani e cinema: incroci di civiltà”, un percorso educativo che integra apprendimento formale e non formale, adulti stranieri e giovani studenti italiani

04/12/2019
Idioma: IT

L’Associazione Culturale “Acuarinto” di Agrigento si occupa, da oltre vent’anni, di cittadini stranieri rifugiati e richiedenti protezione Internazionale, attraverso un sistema integrato di azioni e di servizi volti all’accoglienza, all’assistenza ed all’integrazione.

Nell’ottica dell’inclusione sociale della propria utenza e nella consapevolezza della fondamentale importanza che riveste la scuola, quale agenzia educativa, l’Associazione ha sperimentato con successo un percorso che ha visto protagonisti adulti stranieri e giovani studenti italiani, per riflettere su principi universali:  il valore della vita, la dignità della persona e l’uguaglianza nella diversità.

Il tutto attraverso una rassegna cinematografica, il cui titolo rimanda all’attuale drammatico momento storico, di spostamenti, di esili forzati e di ritorni sperati, che stanno creando incroci di lingue diverse, mescolanza di culture, scambio di tradizioni, di usi e di costumi.

I responsabili di Acuarinto ci dicono che l’obiettivo è quello di "allenare" ragazze e ragazzi, donne e uomini a progettare e lavorare insieme, a cogliere le diversità tra i punti di vista, identificare stereotipi e pregiudizi che potrebbero portare a forme di discriminazione.

Tre film (Green Book, Welcome, Mio fratello rincorre i dinosauri) dalla forte potenza evocativa, capace di smuovere nel profondo l’empatia degli spettatori, a volte sovvertendone  credenze e convinzioni granitiche. 

La Dirigente del Liceo Linares, una delle scuole coinvolte, cita una frase tratta dal film Green Book ("Per cambiare i cuori delle persone, ci vuole coraggio”), per sottolineare il ruolo della scuola come luogo privilegiato in cui valorizzare le diversità e insegnare una nuova forma di cittadinanza, aperta all’incontro, al rispetto e alla solidarietà.

Ci vuole coraggio perché la paura dell’incontro con il diverso rischia di farci perdere la completezza della vita.

Al termine di ogni proiezione, tutti i partecipanti hanno ricevuto un foglio con una frase tratta dal film, come incipit del lavoro di feedback che avrebbero svolto ognuno nelle proprie istituzioni di appartenenza. Per riparlarne ancora insieme nel Black Christmas, evento in cui verranno premiate le riflessioni più significative degli studenti italiani e degli adulti stranieri.

 

 

/it/file/acuarinto4jpg-1acuarinto_4.jpg

 

Wilma Greco - Ambasciatrice Epale Sicilia

Share on Facebook Share on Twitter Epale SoundCloud Share on LinkedIn