chevron-down chevron-left chevron-right chevron-up home circle comment double-caret-left double-caret-right like like2 twitter epale-arrow-up text-bubble cloud stop caret-down caret-up caret-left caret-right file-text

EPALE

Electronic Platform for Adult Learning in Europe

 
 

Blog

EPALE focus: Assessing adults’ skills

25/06/2018
by EPALE Moderator
Language: EN
Document available also in: NL FI PL RO SL ET IT LV SV DE FR EL DA MT CS ES BG HU LT IS

/en/file/adults-skills-assessmentAdults Skills Assessment

Adults Skills Assessment

 

EPALE's thematic focus for June is on assessing adults’ skills

Many adult learning providers are looking for ways to assess students and to teach them how to enhance their own learning. Whether they need to assess adults’ literacy and numeracy, soft and career skills, or their students belong to vulnerable groups, practitioners need valid, reliable and manageable instruments for assessment.

That is why we dedicated the month of June to collecting assessment approaches from across Europe, as well as revealing some of the challenges of assessing adults’ skills. Check out EPALE’s thematic page Teaching methods where the community and the national teams have gathered interesting articles, useful resources and case studies on the topic (content varies based on your language preference). Visit EPALE regularly for new content in June!

We want to invite you to join EPALE’s live discussion on the role and challenges of adult learning in helping migrants to integrate in their host country, and how it can foster tolerance and cultural understanding. The discussion will be in English and will take place on this page on 11/06/2018. It will be moderated by EPALE Thematic Coordinator Gina Ebner.

 

Share on Facebook Share on Twitter Epale SoundCloud Share on LinkedIn
Refresh comments Enable auto refresh

Displaying 1 - 3 of 3
  • Patrice JUDE's picture
    Bonjour,
    Article très intéressant, il faut penser à un ensemble d'outils pour permettre une parfaite intégration.
    Du positionnement des connaissances à la formation et aussi l'accès permanent à l'assistance.
    Nous sommes dans cette approche au niveau des connaissances Bureautique.
    A votre disposition pour échanger sur le sujet.
    Cordialement.
  • Mariella Ciani's picture
    A proposito di valutazione delle competenze anche in ambito non formale, l'Italia è fanalino di coda in Europa.
    Opero da trent'anni nell'ambito non formale dell'educazione degli adulti e il riconoscimento delle competenze acquisite in ambito non formale è la mia più grande sfida. Ho parlato anche con i decisori politici della mia Regione che è a Statuto autonomo, ma è stato tempo perso: non interessa. io invece dico che c'è molta ignoranza per quel che riguarda le priorità europee in materia di istruzione. Ritengo che il tema sia di grande attualità e se ne debba parlare continuamente, fino a quando qualche interlocutore ci darà retta. 
  • Filomena Montella's picture
    In questi giorni io come prof di lettere in un Istituto di scuola superiore in classi del corso serale (II livello) sono alle prese con la valutazione e mi scontro con delle incongruenze spesso davvero contraddittorie.
    Si, perché i criteri di valutazione sono declinati sui corsi diurni, incompatibili con le esigenze degli studenti dei corsi serali. I criteri di valutazione prendono in considerazione impegno, partecipazione, frequenza, spirito critico, ma il vero problema sono individuare le competenze, perché spesso si cade nel valutare l'acquisizione o meno di conoscenze (perché spesso all'esame di stato ti chiedono conoscenze, no competenze....).
    Un discorso difficile e complicato, che, personalmente, vivo male. La soluzione sarebbe staccare i corsi serali dal corso diurno. E' vero che il dpr 263/12 e la circolare di marzo 2016 ci illumina sulla valutazione, ma nella pratica continuano ad esserci contraddizioni. Auspico un approfondimento su questa tematica che metta a confronto me con i miei colleghi.